PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non esiste un modo onorevole di uccidere,
né un modo gentile di distruggere.
Non c'è nulla di buono nella guerra.
Eccetto la sua fine.

 


14 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • A. A. il 16/04/2012 17:05
    Diciamo che la guerra in realtà è uno sfogo e al tempo stesso un'occasione di dominio. Ma di certo, la sua fine è migliore del suo inizio.
  • francesco verducci il 03/04/2012 15:30
    Condivido il tuo pensiero. Devo dire però, che la guerra è l'uomo stesso che la crea, sia per ragioni economiche che per sfogare le proprie tendenze perverse. Porre fine ad essa è sicuramente l'atto più liberatorio che l'uomo possa fare a se stesso.
  • Salvatore Maucieri il 04/09/2011 20:15
    Quando l'umanità abbandonerà la guerra, allora sara' veramente libero.
  • Kiara Luna il 30/06/2011 12:10
    Non esiste la faccia buona del male... nonostante l'uomo se la inventi e l'agghindi di stupida giustizia...
  • Giacomo Scimonelli il 02/05/2011 18:40
    guerra... un vocabolo senza senso...
  • Donato Delfin8 il 22/02/2011 00:34
    Tutte le guerre sono uguali : ingiustificate zigh
  • il 21/02/2011 19:51
    "Nulla giustifica le guerre... e quelle dette "sante" sono le peggiori di tutte!" ~Jean-Paul Malfatti
  • Donato Delfin8 il 21/02/2011 19:47
    VERISSIMISSIMISSIMISSIMOOOOOOOOOOOOOO.
  • il 17/01/2011 17:02
    Integralismo e intolleranza: "Gli uomini continueranno ad uccidersi gli uni gli altri fino al giorno in cui cominceranno a svilupparsi spiritualmente e a svolgere il loro dovere in modo imparziale e ponderato, opponendosi a ogni forma di integralismo e di predominanza di una fede sull'altra." ~Jean-Paul Malfatti
  • il 17/01/2011 16:59
    Un aforisma da applaudire e benedire!
  • il 30/06/2010 22:02
    Quanti anni son passati da quando Lincoln pronunciò questa frase? Stiamo ancora oggi facendo le guerre...
  • il 21/06/2010 22:26
  • il 03/02/2010 14:31
    Quest'affermazione racchiude in sé molti altri aspetti della vita. La guerra nasce dalla violenza, e la violenza nasce dal desiderio implacabile dell'uomo di dominare e sottomettere gli altri. Come disse Robert Kennedy: "Nessuno, in qualsiasi posto viva e qualsiasi cosa faccia, può essere certo di chi sarà il prossimo a soffrire per un insensato atto di sangue. Eppure la violenza continua, continua, continua in questo nostro Paese. Perché? Che cosa ha mai ottenuto la violenza? Che cosa ha mai creato?"
  • giancarlo milone il 22/08/2009 04:20
    un messaggio di pace