username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sono avaro di quella libertà che sparisce non appena comincia l'eccesso dei beni

 


16 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Daniel Bowyer il 06/03/2014 12:55
    ah Ah AH! Bella! e bravo Albert Camus, sottile ed esoterica
  • Tinelli Tiziano il 03/02/2014 10:43
    la libertà di pensiero è proprio quella che ci permette di ostentarli... inquanto poi a "odiose manifestazioni"... non aggiungo altro... all'opzione "nessuna notifica" ne aggiungerei un'altra "FICT"... saluti
  • Gabriele Zarotti il 31/01/2014 11:49
    Che qualche mente raffinata pensi che gli aforismi di Camus siano stronzate rientra nell'ordine naturale delle cose. Fa parte della libertà di pensiero. Ma che senta il bisogno di ostentarlo, gridandolo ai quattro venti, mi pare un'inutile e fastidiosa manifestazione di arroganza culturale. Sensibilità personale, naturalmente.
    A proposito: esiste anche l'opzione "nessuna notifica".
  • Tinelli Tiziano il 31/01/2014 10:44
    doppio Camus, poi Bierce, Forster, Busi in questo passaggio di striscia di aforismi non ci siamo fatti mancare proprio nulla... meno male che Epicuro, con la sua saggezza ci ha salvato da così tante stronzate.
  • Gabriele Zarotti il 18/11/2013 11:36
    Mariateresa, credo proprio che tu abbia inteso bene. Aggiungo che: se è vero che nel nostro paese ci sono ancora troppe persone che non hanno beni per vivere decentemente, è altrettanto vero che l'eccesso di beni di cui gode la maggioranza ha portato a quell'obesità mentale che non solo rende schiavi degli oggetti, del "tenore di vita", ma finisce per rendere gran parte di noi velocissima a delegare a farabutti e delinquenti tutto ciò che può distrarre dal pieno e ottuso godimento di questo benessere. Se vogliamo chiamarla libertà, liberi di farlo. Se ne riparla fra un po'...
  • rescaldani franco il 18/11/2013 10:59
    GIà COME LA FONTE ESSICATA!
  • augusta il 18/11/2013 10:10
    d'accordo con.. pala
  • franco buniotto il 18/11/2013 09:07
    Una favoletta messa in circolazione da chi possiede beni in eccesso.
  • il 18/11/2013 08:39
    Giustissimo, Franco, anche il tuo pensiero: limita tanto, e con tanta sofferenza, la miseria! Può abbrutire addirittura.
  • rescaldani franco il 18/11/2013 08:22
    Qui in italia aspettiamo da un pezzo )"accesso" ai beni e non solo a quelli, ci sono 7 milioni di famiglie sotto povertà, ad essere avari sono tutte quelle non-persone che in maggioranza vivono a Roma con il conto of. shore a cui si accedono
  • il 18/11/2013 08:11
    A limitare la nostra libertà siamo spesso assai più noi con le schiavitù che ci creiamo, che non gli altri. Verissimo.
  • Pala Giuseppe Damiano il 04/04/2012 14:01
    A ben pensare la libertà è una fonte che non disseta mai.
  • mariateresa morry il 27/10/2011 21:13
    Perchè del " barbone" ? Camus, mi pare, si riferisce all'eccesso dei beni, non ai beni che ci permettono di vivere decorosamente o comunque bene. Avere troppo è spesso una schiavitù... troppi soldi, troppo potere, troppo lavoro... nulla di questo rende l'uomo libero. Io l'ho intesa così..
  • ELISA DURANTE il 20/08/2011 18:19
    La libertà del "barbone", vero filosofo!
  • Donato Delfin8 il 15/08/2011 01:50
    magari
    provare per credere
  • il 17/11/2010 12:25