username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vi è solamente un problema filosofico veramente serio: quello del suicidio. Giudicare se la vita valga o non valga la pena di essere vissuta, è rispondere al quesito fondamentale della filosofia. Il resto- se il mondo abbia tre dimensioni o se lo spirito abbia nove o dodici categorie- viene dopo.

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Pasquale Martino il 20/08/2011 13:03
    Nessuno può intuire ciò che passa nell'animo del suicida, credo sia un impazzimento della ragione che parte dall'impotenza di vivere e dal grave divario di isolamento, diciamo barricate morali e civili verso soggetti labili e bisognosi... la pazzia è un'altra causa...
    Avevo un cognato si è ucciso assieme ai due figlioletti, non era pazzo lo conoscevo bene, ma gli eventi incontrollati attorno alla sua figura lo hanno talmente sfigurato nella mente che ha chiuso con la vita, non voglio rivangare né i motivi né le ragioni... forse voleva creare un fatto eclatante nel fare il solo tetativo ma poi forse gli è andata male, i bimbi stesi sul letto come due angioletti sembrava che sorridessero... lui era steso carponi era quasi arrivato alla porta di casa... non gliel'ha fatta!
  • ELISA DURANTE il 20/08/2011 12:43
    A questo problema aggancerei quello dell'omicidio, per coerenza (aborto, eutanasia, ecc), e qui si vede che la cosa è complicata, parecchio...
  • Pasquale Martino il 02/08/2011 10:31
    Per me non è un problema filosofico, il suicidio, ma un enigma della vita... chi come o cosa può validare o giustificare un suicidio... credo nessun filosofo e nessuna filosofia... togliersi la vita è un'estrema negatività ed errore irrimediabile con nessuna soluzione... il suicidio è la sconfessione della vita!
  • il 06/06/2011 10:51
    per arrivare a ciò... devi sentirti perduto e... finito... non giudico...
  • Maria Teresa il 11/11/2010 16:28
    Quando si parla di "uomo" e di "vita", la riflessione è molto più seria di quanto possa sembrare.
    Ragionando in maniera filosofica, secondo me, non risolve proprio niente, tanto meno riguardo al suicidio.
    La situazione è molto complessa e non può essere esaurita con un semplice commento.
  • Tim Adrian Reed il 09/09/2010 17:26
    Stupenda. Una riflessione assoluta.
  • il 31/08/2010 09:31
    molto profonda vera e coglie perfettamente il senso del dramma
  • Donato Delfin8 il 07/08/2010 12:42
    CONCORDO.