username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Finché ci saranno gli uomini, ci saranno le guerre

 


20 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 18/06/2012 14:07
    Mi pare una... profonda ovvietà.
  • il 03/06/2012 08:14
    NULLA, ASSOLUTAMENTE NULLA, GIUSTIFICA LE GUERRE

    Spesso accanto alla fede c'è il dubbio, un dubbio che ci rende inquieti e insoddisfatti, ci rende confusi e indecisi sulla direzione da prendere. Le persone tendono ad inventare, disegnare, colorare e vestire il loro dio (o dei) basate sulla loro razza, colore, ascendenza, origine e soprattutto sulle loro convinzioni religiose o ideologie politiche e sociali, e queste differenze generano tensioni che si tramutano in scontri fino a culminare nell'attacco e persino nell'eliminazione fisica dell'avversario o supposto tale. Secondo la mia logica, nessuna guerra può essere santa; nessuna forma di terrorismo può ottenere benedizione, qualunque sia il fine. Purtroppo, gli uomini continueranno ad uccidersi gli uni gli altri fino al giorno in cui cominceranno a svilupparsi spiritualmente e a svolgere il loro dovere in modo imparziale e ponderato, opponendosi a ogni forma di integralismo e di predominanza di una fede o di un'ideologia qualsiasi sull'altra.
  • Alèd il 02/06/2012 20:13
    ... in nome di dio.. ovviamente
  • il 18/04/2012 02:31
    La cultura della pace o della guerra comincia a casa nostra, poi si allarga e si passa alle case dei nostri vicini, estendendosi a quelle della nostra villa, del nostro paese, della nostra città e della nostra comune fino a propagarsi come un'onda possente per tutta la nazione, finendo per influenzare i popoli di tante altre nazioni del mondo. Ed è per questo, proprio per questo, che tanto l'una come l'altra dipende da noi, solo da noi... da ognuno di noi.
  • il 17/04/2012 23:12
    appunto
  • il 09/08/2011 02:44
    Nulla giustifica le guerre... e quelle dette "sante" sono le peggiori di tutte, e purtroppo gli uomini continueranno ad uccidersi gli uni gli altri fino al giorno in cui cominceranno a svilupparsi "spiritualmente" e a svolgere il loro dovere in modo imparziale e ponderato, opponendosi a ogni forma di integralismo e di predominanza di una fede sull'altra.
  • Alessia Torres il 27/05/2011 18:10
    Triste constatazione!!! A meno che gli uomini non si ravvedano... mhmhmhmh
  • giuliano paolini il 01/05/2011 11:44
    non penso, la possibilità che il delirio finisca è palpabile è comunque sospesa in aria ma tutto quello che in potenzialità è presente può manifestarsi come concretezza, io ci credo
  • il 22/03/2011 23:22
    "La bomba più pericolosa non è quell'atomica ma sì quell'umana. Senza di essa l'altra non esisterebbe." ~Jean-Paul Malfatti
  • Donato Delfin8 il 22/02/2011 19:13
    sigh
    mi sa proprio che sia così
  • Giacomo Scimonelli il 02/02/2011 00:57
    finchè ci saranno uomini che pensano solo al denaro aggiungerei.. perchè in effetti a che servono le guerre..
  • Virginio Giovagnoli il 01/02/2011 16:41
    Impossibile non essere daccordo.
    Si potrebbe anche dire che finchè ci saranno le guerre ci saranno gli uomini.
  • Maria Teresa il 20/09/2010 15:39
    Ho proprio paura che sia così.
  • il 05/08/2010 16:20
    Avvisatemi quando saranno estinti che brindo...
  • il 14/06/2010 13:11
    Finche ci sarà questa umanità ci saranno le guerre; e' ancora presto, purtroppo, per immaginare un mondo senza guerre: l'uomo non è ancora pronto...!
  • il 03/06/2010 14:36
    La guerra dovrebbe essere l'ultima ratio a cui rivolgersi per difendere i diritti calpestati. I Romani dicevano "si vis pacem para bellum"; in sostanza la guerra vista come premessa ineluttabile per avere la pace. Ma quante vittime e quanto dolore costa la guerra? Le guerre vedono vittime innocenti sia da parte dei vinti che dei vincitori. I soldati spesso vanno a combattere solo per ubbidire agli ordini e per non finire davanti alla Corte marziale. Sono pochi quelli che credono nella guerra come "ideale".
  • clem ros il 31/05/2010 09:41
    Realista ma molto pessimista. E a dire il vero sono perfettamente d'accordo.
  • il 11/04/2010 10:33
    Considerare la guerra solo nella sua accezione negativa è un errore che si possono permettere solo coloro che hanno dimenticato la guerra di liberazione che li ha sollevati dal giogo insopportabile della spietata dittatura nazista e fascista.
  • il 15/03/2010 15:15
    Niente di più vero. Homo homini lupus. Solo che i lupi fra di loro si rispettano di più.
  • il 09/03/2010 15:06
    Gli uomini decidono la loro sorte, ma non se ne accorgono