username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mi fa orrore quando una bella intelligenza è abbinata a una personalità ripugnante

 


15 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Terry Di Vetta il 24/03/2014 19:16
    .. e come non darti ragione!
  • Tinelli Tiziano il 08/11/2012 10:43
    Non solo a te, Albert... non solo a te.
  • Grazia Denaro il 17/02/2012 00:47
    Concordo!
  • ELISA DURANTE il 11/08/2011 10:10
    Sì, è uno scherzo di cattivo gusto della natura!
  • Giulia Gabbia il 28/06/2011 17:33
    Parole molto sagge.. da condividere con altri
  • Donato Delfin8 il 17/05/2011 20:45
    magari per ora sono solo su di una seggiola
    il 6 è per sufficienza o per 6161...
  • rosaria esposito il 17/05/2011 17:12
    tu sì, che 6 saggio.. prof!
  • Donato Delfin8 il 16/05/2011 22:12
    brbrbrbrbr
    ciò che piace... e ciò che non piace
    difficile trovare la combinazione ma non impossibile.. relativo alle persone
  • rosaria esposito il 16/05/2011 21:45
    forse è meglio una intelligenza ripugnante abbinata a una personalità bella...? cosa è bello? cosa ripugnante? prof..
  • Donato Delfin8 il 13/03/2011 22:00
    Già ma sarà veramente intelligente o ripugnante?
  • il 04/03/2011 17:07
    tanto è vero che Einstein si smentisce in un altro aforisma in cui dichiara l'esatto contrario
  • il 04/03/2011 17:05
    Anonimo, hai davvero detto una gran cosa: una personalità ripugnante non è compatibile con una bella intelligenza perchè l'intelligenza se bella è tale in quanto rifugge la ripugnanza.
  • il 30/07/2010 02:22
    Se lo dici tu... ma hai letto la massima e il tuo finale qui sotto? Non ti sembra ci sia qualcosina di strano in tutto questo?
  • il 13/04/2010 12:12
    C'è pure, è giusto dirlo, un tipo di individuo che si finge ripugnante per nascondere il suo elevato spessore spirituale, ma è un fatto estremamente raro. I Sufi lo chiamano "El Malamathya" che significa, in Arabo, "L'ignobile", e sottintende la sua santità celata da modi di fare distanti dalle regole esteriori sociali alle quali la sua alta spiritualità non si può sottomettere.
  • il 22/03/2010 12:14
    Non bisogna confondere l'intelligenza con la capacità discorsiva. Troppe, è vero, sono le persone che diventano ripugnanti per l'utilizzo improprio che fanno della propria inclinazione a mettere in fila tra loro delle belle parole, ma l'intelligenza è misurata dalla capacità di penetrare a fondo le ragioni profonde e celate della realtà. Colui che conosce le regioni vere della realtà non potrà mai essere ripugnante, perché sa che la realtà è figlia dell'amore universale, non del fastidio per il diverso da sé.