username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A me la cosa peggiore in una scuola sembra l'uso di metodi basati sulla paura, sulla forza e sull'autorità artificiosa. Un tale trattamento distrugge i sentimenti sani, la sincerità e la fiducia in se stesso dell'allievo. Produce dei soggetti sottomessi. È relativamente semplice tenere la scuola lontana da questo gravissimo male. Date all'insegnante il minore numero possibile di mezzi coercitivi, così che l'unica fonte di rispetto da parte dell'allievo sia costituita dalle qualità umane e intellettuali dell'insegnante stesso

 


4 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Donato Delfin8 il 14/03/2011 00:28
    Grande!
    È così per ogni cosa.
  • il 04/03/2011 17:17
    vero, però questo vale se l'ambiente famigliare e sociale rispecchia un tale ambiente scolastico altrimenti gli alunni nelle classi, in queste condizioni, cercheranno uno sfogo irrazionale per le repressioni a causa degli altri ambienti, sarebbe l'anarchia. Difficle sarebbe incanalare le energie dei ragazzi a concentrarsi sul proprio progredire o ad accorgersi delle qualità umane dell'insegnante stesso.
  • il 02/08/2010 19:32
    Gli stessi principi valgono, ovviamente, anche per l'educazione che i genitori dovrebbero impartire ai propri figli.
  • Maddalena Gatto il 05/05/2010 11:30
    È bellissimo quello che dici, purtroppo si investe sempre meno nella scuola pubblica e questo la dice lunga a proposito. Grande Einstain