PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nella libertà dell'uomo, in senso filosofico, non credo assolutamente. Ciascuno di noi agisce non solo guidato da una compulsione esterna ma anche da una necessità interna

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 18/05/2014 20:20
    La libertà assoluta è la libertà metafisicamente intesa, ovvero è la possibilità di identificazione che ha l'uomo con la sua Ragione essenziale d'essere, la quale è assoluta. Esistere deriva dal latino Ex-stare che significa non avere in sé la propria sufficiente ragione d'essere.
  • massimo vaj il 18/05/2014 20:16
    Ogni tanto Einstein spara delle minchiate assurde. La libertà che ha di poterle sparare, però, mostra di non averla capita
  • Ettore Vita il 20/09/2011 22:27
    Amici, penso che Albert parli della libertà assoluta (filosofica). Per lui che aveva teorizzato la relatività del tempo e dello spazio non poteva esistere un assoluto.
    Anche Marx nel tema della maturità scrisse: un po' l'uomo fa la storia un po' la storia fa l'uomo.
    E Manzoni parla del Dio che atterra e suscita che affanna e che consola...
  • Luigi Lucantoni il 27/08/2011 04:38
    Einstein ha perfettamente ragione, la libertà è un concetto relativo
  • il 06/07/2011 13:00
    beh probabilmente è così... anche se libero in qualche modo le azioni sono guidate anche da lui stesso
  • Michele Sarrica il 30/06/2011 12:06
    Come dire, che il meccanismo che agita i sentimenti, le passioni, le idee ecc. sono soltanto compulsioni, magari gestite da un motore diesel, o semplici necessità insite nel nostro meccanismo di robot! Ma per favore!... (Scusate, ma chi gli data la patente a questo signore?... Gli volete togliere almeno 20 punti per sta sbandata?)
  • Donato Delfin8 il 28/04/2011 21:51
    eh già Albert mi capita sempre quando penso troppo... con i lassativi
    Grande Albert
  • rosaria esposito il 28/04/2011 18:33
    vuol dire che dovremmo agire senza alcun movente, nè esterno nè interno...?