username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quello che vedo nella natura è una struttura stupenda che possiamo capire solo in maniera molto imperfetta e davanti alla quale la persona riflessiva deve sentirsi pervasa da un profondo senso di 'umiltà'. È un sentimento sinceramente religioso che non ha nulla a che vedere con il misticismo. La mia religiosità consiste in un'umile ammirazione di quello Spirito immensamente superiore che si rivela in quel poco che noi, con il nostro intelletto debole e transitorio, possiamo comprendere della realtà. Voglio sapere come Dio creò questo mondo. Voglio conoscere i suoi pensieri. In quanto al resto, sono solo dettagli

 


6 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Donato Delfin8 il 08/08/2011 21:54
    eh già grande Albert
    ne basterebbe solo uno di quei pensieri
  • il 02/08/2011 09:14
    voglio sapere come Dio creò questo modo... mi fa riflettere...
  • ELISA DURANTE il 20/06/2011 12:09
    Ma c'è un problema... L'erba voglio non esiste neppure nel giardino del Re!
  • il 01/03/2011 10:50
    Davanti alla grandezza e potenza della natura mi sento come un chicco di sabbia. Quando cerco di approfondire le mie conoscenze sulla natura avverto la mia profonda ignoranza e le poche cose che sono riuscito a razionalizzare mi evidenziano solo i miei tanti limiti e la mia impotenza nel cercare di far capire agli uomini che rispettando la natura rispettiamo noi stessi!
  • clem ros il 04/06/2010 10:52
    Se lo dice lui... tutto è relativo.
  • il 03/03/2010 12:11
    L'Assoluto ha generato il mondo attraverso l'emanazione di leggi universali che sono i principi dell'universo. Nessuno, genio che sia considerato, può conoscere perfettamente in seguito a esperienza diretta questi principi senza che l'Assoluto glielo consenta, e se lo permette significa che l'individuo destinato a quel dono è stato considerato qualificato alla vista del sovra-razionale senza rischiare di impazzire di conseguenza.