username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il sentimento della noia nasce in me da quello dell'assurdità di una realtà, come ho detto, insufficiente ossia incapace di persuadermi della propria effettiva esistenza

 


7 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 01/06/2012 07:46
    Sono correnti di pensiero filosofiche: L'idealismo rifiuta l'esistenza della realtà riconducendola a qualcosa che esiste solo dentro di noi, quindi la realtà esteriore sarebbe riconducibile al sogno. Poi gli "esistenzialisti" hanno sovvertito la filosofia di Hegel affermando che la realtà esiste eccome ma è incomprensibile. In definitiva Moravia credo sia un "tifoso" della prima dottrina, l'idealismo appunto.
  • vincent corbo il 01/06/2012 07:45
    Sono correnti di pensiero filosofiche: L'idealismo rifiuta l'esistenza della realtà riconducendola a qualcosa che esiste solo dentro di noi, quindi la realtà esteriore sarebbe riconducibile al sogno. Poi gli "esistenzialisti" hanno sovvertito la filosofia di Hegel affermando che la realtà esiste eccome ma è incomprensibile. In definitiva Moravia credo sia un "tifoso" della prima dottrina, l'idealismo appunto.
  • elide il 31/05/2012 22:59
    Come si può dubitare dell'esistenza di una realtà? La si può condannare, disdegnare, ma che piaccia o mene una realtà esiste sempre
  • vincent corbo il 06/02/2012 09:25
    Mettere in discussione l'esistenza della realtà, del contingente, conduce l'autore ad un torpore intellettuale. Una grande riflessione.
  • Nunzio Campanelli il 04/10/2011 06:32
    La noia, quindi, come antidoto contro l'assurdità della vita.
  • Donato Delfin8 il 20/08/2011 16:10
    ah bè
    chissà invece come nasce in altri... magari troppo reale
  • ELISA DURANTE il 20/06/2011 12:36
    La noia dalla concezione di una realtà irreale, dunque...