username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mi entri nelle orecchie disegnando chiocciole di mare: già mi porto dentro le tue tempeste, i tuoi cicloni, i tuoi abissi. Le tue voci mi scendono giù in gola. Mi entri anche negli occhi con lo sguardo: i tuoi hanno il colore cangiante dell'acqua. Entri nel mio petto con il tuo: la pelle protesta increspando. Sulla sponda più bassa del mio ventre i tuoi fianchi lasciano, ancora e ancora, la curva più violenta delle onde: bagni le mie spiagge e le divori. La tua spuma e la mia si mescolano, come le mie labbra e le tue.

 


2 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Kay Scarpetta il 29/09/2011 19:47
    Molto bella, intrigante e suggestiva. Emozionante l'accostamento molto sensuale dell'acqua all'amore.
  • Ada Piras il 27/09/2011 23:56
    Un vero uragano..