username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Frasi di Alda Merini

Ti piace Alda Merini?  


Pagine: 12345

Mi sveglio sempre in forma e mi deformo attraverso gli altri

   27 commenti     di: Alda Merini


La verità è sempre quella, la cattiveria degli uomini che ti abbassa e ti costruisce un santuario di odio dietro la porta socchiusa.

   12 commenti     di: Alda Merini


Dio ci regala il sonno per vincerci il giorno dopo.

   6 commenti     di: Alda Merini


Amo i colori, tempi di un anelito inquieto, irrisolvibile, vitale, spiegazione umilissima e sovrana dei cosmici "perché" del mio respiro.

   7 commenti     di: Alda Merini


I colori maturano la notte.

   16 commenti     di: Alda Merini


L'amore della povera gente brilla più di una qualsiasi filosofia.

   14 commenti     di: Alda Merini


Un foglio bianco, molta solitudine, qualche strappo al cuore e forse una guerra o due.

   11 commenti     di: Alda Merini


L'aforisma è il sogno di una vendetta sottile.

   16 commenti     di: Alda Merini


Un povero ti dà tutto e non ti rinfaccia mai la tua vigliaccheria.

   15 commenti     di: Alda Merini


La follia è saltare sul tappeto della ragione.

   28 commenti     di: Alda Merini




Pagine: 12345

Frasi Alda Merini (1931-2009) è stata una scrittrice e poetessa milanese. Considerata una delle maggiori poetesse del novecento la sua vita e la sua produzione letteraria sono segnate dalle esperienze del disagio fisico ed economico, oltre che dalla follia. Attiva in campo letterario fin dall'età di 15 anni, conosce ben presto quelle che definirà "prime ombre della sua mente" venendo internata in un'ospedale psichiatrico per un mese. Alda Merini alterna frequenti periodi di salute e malattia, in cui continua la produzione di racconti e poesie, grazie anche alla conoscenza e amicizia con Salvatore Quasimodo. Tra le sue numerose opere ricordiamo Folle, folle, folle d'amore per te, La vita facile, La Terra Santa e Tu sei Pietro. L'ultima produzione risale al 2006, Alda entra nel genere noir con l'opera "La nera novella". Dalle poesie di Alda Merini è inoltre stato ricavato un disco cantato da Milva.