username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Amare un giovane è come sfidare Dio

 


17 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 04/05/2014 14:12
    Alla sua morte le quattro figlie di Alda dissero che mai si occupò di loro. In compenso non si dimenticò mai di comprarsi le sigarette... Licenza poetica?
  • cristiano comelli il 12/09/2013 12:07
    Rispetto Alda Merini ma non vedo il legame tra le due cose. Perchè mai amare un giovane significherebbe volersi mettere al posto di Dio, perchè di fatto sfidarlo porta con sè tale presunzione? E allora bisogna amare soltanto una persona in età senile?
  • AGOSTINO il 07/11/2012 23:39
    credo sia la medesima sfida amare una giovane
  • romina il 11/03/2012 23:03
    amare significa donare, non chiedere mai niente!
  • romina il 11/03/2012 23:03
    amare significa donare, non chiedere mai niente!
  • Rovena Bocci il 04/07/2011 15:59
    Amare, è sempre una sfida, con sé stessi e con tutti quelli intorno.
  • grazia savonelli il 04/07/2011 15:50
    vera questa frase, a volte per tanti motivi, si prende una sbandata per persone più giovani e questo fa male, snerva e logora un equilibrio a fatica raggiunto...
  • Donato Delfin8 il 14/04/2011 12:19
    ops
    manca ... Noi sì
  • Donato Delfin8 il 14/04/2011 12:17
    già...
    L'amore non ha tempo... è questa la sfida Eterna!
  • Rovena Bocci il 11/04/2011 22:37
    Perchè sento di essere ascoltata da chi non può più ascoltare invece? Amare un giovane. o uno meno. È sempre una sfida.
  • soffice neve il 04/04/2011 18:41
    ma no... dio non centra nulla con l amore che proviamo per qualcuno...
  • il 28/07/2010 03:05
    Il problema non è l'amore nei suoi confronti: qui non sfidi nessuno (a parte la tua morale). Il problema è se lui può accoglierti per quello che sei o l'immagine di te. Il fascino gira molto attorno alla non consapevolezza. Dio si sfida in altro...
  • il 08/03/2010 18:52
    È come se la sua voce e i suoi messaggi venissero da un inconscio molto profondo e irraggiungibile, per la gente comune. Vivere così, quella sofferenza di essere recessa in un livello più primordiale, o sublimale se preferite, era la sua pazzia, il suo distacco dalla realtà.
  • maria caputo il 06/02/2010 17:32
    Per amore si va controcorrente...
  • Stella Spina il 25/01/2010 17:22
    Bisogna ragionarci un po' su per capirla.. di grande impatto.
  • Gianmarco Dosselli il 17/12/2009 20:24
    La Merini è lodata da tutti; il giudizio verso lei è stratosferico! Giocano per sfizio, per moine, per bellezza da critico o cosa altro? La Merini è nulla: poesie quasi tutte identiche; stesso filo conduttore. La "pazzia" è il tema della scomparsa poetessa: ma il lettore non si sente a sua volta "pazzo" con le scocciature che l'autrice propina nelle sue opere?
  • roberto volpe il 08/12/2009 19:12
    Bricconcella...