username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Scrivere è profanare, e i ricordi scritti sono ricordi persi

 


11 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessio il 24/03/2014 11:45
    interessante...
  • il 14/05/2013 14:01
    È un esercizio filosofico la sua dichiarazione. La scrittura quasi sempre è una violazione della privacy di una persona o della sacralità di una cosa. Quando scrivi dichiari che non è più nella cornice dei ricordi.
  • Gianni Spadavecchia il 24/12/2011 18:18
    Verba volant, scripta manent..
  • Gianni Spadavecchia il 24/12/2011 18:17
    Non penso che i ricordi scritti siano ricordi persi..
  • il 22/05/2011 15:54
    Credo che Busi abbia perso la faccia partecipando ad un reality e ai vari teatrini sui sofà della tv.
  • Anna Giordano il 29/01/2011 21:59
    Forse Busi intende dire che chi scrive profana il segreto dei suoi pensieri, i ricordi scritti in un certo senso si perdono... poiché sottratti alla memoria, anche se, scrivendoli, diventano eterni...
  • paolo veronesi il 27/12/2010 20:59
    dipende da cosa si scrive, dipende da cosa si ricorda
  • Giuseppe Formica il 29/09/2010 15:02
    Semmai i ricordi che non si scrivono, col tempo cambieranno, o peggio, svaniranno. Scrivere serve a fissare i ricordi, per evitare che sbiadiscano e si cancellino dalla memoria.
  • il 16/04/2010 16:59
    Infatti l'unico senso che vi si può trovare sta nel fatto che se li scrivi ti possono sempre denunciare... meglio falsificarli a parole, quindi... così si può sempre negarseli
  • augusto villa il 14/04/2010 10:37
    Non rtrovo alcun senso... sia nella prima affermazione che nella seconda... Bah... sara'...
    Una frase che fa "busi"... da tutte le parti!!!
  • il 20/03/2010 20:21
    Fantastico