username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

I cameramen se la danno a gambe levate quando parlo di politica e letteratura. Non interessa qui nulla a nessuno dell'Alfieri e del Beccaria. Io non le posso dire queste cose, nessuno è interessato, il filtro è tale che so che mi sono prestato a una pantomima di me e dell'intellettuale

 


5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Donato Delfin8 il 03/09/2011 19:47
    poverino beccato dai camerati
  • ELISA DURANTE il 17/08/2011 07:58
    Di tanti che ci sono vai a prendere proprio Alfieri e Beccaria? Ma fammi il piacere!!!
  • il 27/07/2011 22:06
    Cazzate, lo aspettano tutti per la cazzata del secolo.
    Non ci è ancora riuscito ma se affiderà le proprie
    verità ad un editore il suo aforisma principe degli
    anni 2000 diventerà unico ed insopportabile.
    Che Aldo ne abbia la consapevolezza prima di
    scrivere la prossima cazzata.
    Aldo è un faro per me, alimentato a batterie usurate.
    Aldo è una macchina del sesso in riparazione.
  • il 18/11/2010 12:17
    Sei te che sei distratto, caro Busi, io ti seguo e come. Mi sei piaciuto da morire sull'isola dei famosi. Ti hanno buttato via perchè chi ti stava intorno, rai compresa, capiscono un cazzo di cultura.
    A LORO DAGLI PURE LE VELINE E LE COSCE AL VENTO.
    Povera cultura nostra mercificata da queste merde che capiscono un cavolo!
    ECCO QUESTO VORREI DIRE A BUSI, MA LUI SPESSO PARLA DA SOLO!
  • il 05/09/2010 13:13
    Condivido e sottoscrivo. Danno spazio solo a chi ricicla a suon di milioni foto squallide di situazioni altrettanto squallide di personaggi squallidi ed anche se non lo sono... CHI SE NE FREGA DI QUELLO CHE FA IL CALCIATORE X OD Y?
    Lasciamo perdere, va! E Busi smettila di sottolineare certe cose a certi somari. I somari sanno solo ragliare. E tu vuoi parlar loro dell'Alfieri o dell'Ariosto! Ma non sanno neppure chi sono. Loro pensano siano i titolari di uno studio di pubblicità che vendono... scandali!