username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Muoiono i poeti
ma non muore la poesia
perché la poesia
è infinita
come la vita.

 


16 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 28/05/2014 11:52
    Nessuna realtà che nasce può essere infinita, perché per Infinito s'intende ciò che, non avendo avuto un inizio, non può avere nemmeno una fine. L'Infinito è la ragion d'essere dell'indefinito e confondere i due termini è segno di scarsa attenzione, quando non di stupidità.
  • Tullio il 27/01/2014 19:47
    Come puo`morire il poeta.. dato che "fa`" poesia .. se infatti come leggo la poesia e` infinita come la vita allora e` anche vero che il poeta godra` di infinita poetica vita.. perche` se la poesia.. e` infinita... non puo` avere che un artefice infinito.. che le dia vita. ahahaha
  • il 09/08/2013 13:25
    Grazie Domiziana. La mia poesia non è perfetta fino in fondo. Ci sono due versi che non rimano alla lettera, ma foneticamente si. È una di quelle licenze (assonanze) che ogni tanto i poeti si prendono ed a volte diventano oggetto di discussione perchè certi termini sembra non rispettino le regole della metrica ed invece non è così. I due termini "imbruna" ed "aduna" foneticamente combinano bene con "mura" ed "impura"! Ci troviamo di fronte al tipico caso di una "assonanza" dove due termini letteralmente diversi sono assonanti foneticamente.
    Ad esempio, Montale, in "Casa sul mare" scrive:
    "Come giri di ruote della pompa.
    un giro: un salir d'acqua che rimbomba".
    E questo conferma il discorso che ho sviluppato prima. Ciao!
  • Domiziana Gigliotti il 09/08/2013 13:07
    Condivido il testo del poeta Palazzeschi ed anche tu ne sei un esempio. Complimenti è un bel testo.
  • il 09/08/2013 12:40
    Non capisco perché è venuta due volte. Comunque, volevo scrivere "morirà"!
  • il 09/08/2013 12:38
    Ed anche questa poesia non morità. Il giorno che sarà scoperta non sfigurerà di sicuro a fianco a quella di Foscolo e di Dante. Sono presuntuoso? Si, lo sono perché amo la vera poesia!

    ALLA SERA

    T'aspetto, oh sera, tacito t'aspetto
    quando il tramonto tutto il cielo imbruna
    allora il vuoto e il nulla invade il petto
    ansia ed angoscia nella mente aduna.

    E lo sconforto scende giù dal tetto
    mi sento intrappolato in quattro mura,
    sudato mi rigiro dentro il letto
    ed analizzo la mia vita impura.

    A lei vo' col pensiero dolcemente,
    immagino che sia una cara amica
    che mi venga a trovare sorridente

    e con parole tenere mi dica
    di sgombrare ogni ansia dalla mente,
    che sorte e cielo più non maledica.

    Poi tacito e sereno a lei m'affido
    in un mondo di quiete alfin confido.

    Salvatore Armando Santoro
    (Donnas 16. 4. 2013 - 9, 54)

    sonetto ritornellato
  • il 09/08/2013 12:38
    Ed anche questa poesia non morità. Il giorno che sarà scoperta non sfigurerà di sicuro a fianco a quella di Foscolo e di Dante. Sono presuntuoso? Si, lo sono perché amo la vera poesia!

    ALLA SERA

    T'aspetto, oh sera, tacito t'aspetto
    quando il tramonto tutto il cielo imbruna
    allora il vuoto e il nulla invade il petto
    ansia ed angoscia nella mente aduna.

    E lo sconforto scende giù dal tetto
    mi sento intrappolato in quattro mura,
    sudato mi rigiro dentro il letto
    ed analizzo la mia vita impura.

    A lei vo' col pensiero dolcemente,
    immagino che sia una cara amica
    che mi venga a trovare sorridente

    e con parole tenere mi dica
    di sgombrare ogni ansia dalla mente,
    che sorte e cielo più non maledica.

    Poi tacito e sereno a lei m'affido
    in un mondo di quiete alfin confido.

    Salvatore Armando Santoro
    (Donnas 16. 4. 2013 - 9, 54)

    sonetto ritornellato
  • il 09/08/2013 12:34
    I veri poeti non muiono mai, come non morrà mai la vera poesia. Stranamente dopo quasi 3000 anni si declamano ancora le poesie di Saffo.
    "Dormono le cime dei monti...
    ...
    lieve battito d'ali"
  • Terry Di Vetta il 14/04/2012 16:00
    La poesia non può morire...
  • AGOSTINO il 08/03/2012 23:29
    infinita come la vita nel senso della vita degli uomini in genere no nel singolo
  • Gianni Spadavecchia il 12/01/2012 13:36
    Magari infinita come l'anima..
  • Gianni Spadavecchia il 30/11/2011 16:40
    La vita è infinita?! Non mi risulta..
  • roberto caterina il 10/11/2011 17:07
    è una riflessione molto bella e molto vera..
  • Rovena Bocci il 29/04/2011 15:39
    Le persone mortali, finiscono, muoiono ma lasciano il pensiero della poesia, nell'opera, che è infinita.
  • Virginio Giovagnoli il 15/02/2011 19:36
    Come tutte le cose di cuore, nascono, vivono nel tempo, così la poesia ma non che la scrive.
  • Ettorina Gerbelli il 07/05/2010 17:23
    è vero. Un bimbo che nasce, un fiore che sboccia, una foglia ingiallita : è poesia.