username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Come glielo dici, a un uomo così, che adesso sono io che voglio insegnargli una cosa e tra le sue carezze voglio fargli capire che il destino non è una catena ma un volo, e se solo ancora avesse voglia davvero di vivere lo potrebbe fare, e se solo avesse voglia davvero di me potrebbe riavere mille notti come questa invece di quell'unica, orribile, a cui va incontro, solo perché lei lo aspetta, la notte orrenda, e da anni lo chiama

 


6 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Donato Delfin8 il 18/08/2011 11:14
    l'importante è non volare subito tra le braccia della Signora
  • il 24/07/2011 08:02
    Io credo che il destino sia una catena e puoi spiccare il volo solo spezzandola. Ma ci vuole troppo coraggio per farlo, allora ci accontentiamo di quell'unica notte orribile!
  • il 14/07/2011 21:57
    Troppo complessa ed estrapolata, mi tiro indietro.
  • il 14/05/2011 22:26
    Infatti, se solo ne avesse voglia. La gente troppo spesso si nasconde dietro l'espressione: "non posso". Beh, io dico che non esiste "non posso"; esiste "non voglio". E chi non vuole non avrà mai niente.
  • ELISA DURANTE il 24/01/2011 19:26
    Temo che questo signore non abbia nessuna voglia di volare...
    (credo sia il personaggio di un romanzo, ma è assolutamente verosimile)
  • ChiaraLuce DelGiorno il 22/09/2010 19:31
    questo aforisma è inserito in un opera? mi ha tolto le parole di bocca..