username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nozze: Cerimonia nella quale due persone si impegnano a diventarne una, una persona si riduce al nulla, e il nulla da allora sarà più sopportabile.

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Donato Delfin8 il 09/09/2011 12:34
    Ottima provocazione.. da sposare? naaaaa
  • ELISA DURANTE il 18/08/2011 21:14
    Mi sfugge cosa diventi l'altra: qualcuno può aiutarmi?
  • Sandra Checcarelli il 06/06/2011 09:53
    Il matrimonio non deve finire in questo modo! Nessuno di deve annullare per l'altro... ma certo vi sono dei compromessi come in tutte le relazioni
  • il 31/10/2010 10:25
    Il matrimonio è una libera scelta a prescindere dal luogo ove trova consacrazione. Si è liberi di pensarne quello che si vuole. Quello che mi dà fastidio nell'affermazione di Bierce è quel ridursi a nulla da parte dei coniugi. Ma perché? Bierce ha forse l'autorità di parlare a nome dell'umanità intera?
  • clem ros il 12/07/2010 13:54
    Il matrimonio è qualcosa d+ cara Cristina, è un contratto stabilito anche dallo stato, dove due persone che decidono di vivere insieme, hanno il dovere di rispettare.
    È vero implica tantissime convenzioni che due persone che si amano danno per scontato, ma queste convenzioni devono in qualche modo essere tutelate. Una sorta di liquidazione, una sorta di difesa, una sorta di reciproco e consenziente vivere civilmente insieme. Immagina quelle coppie che di fatto vivono insieme, ma per la tutela dei diritti sono assolutamente scoperti. Fino a quando non verranno regolamentate anche le coppie di fatto, non necessariemnte omosessuali, ma semplicemente dire alla legge: "noi, X ed Y viviamo insiemte", allora pensione, assistenza medica, assegni familiari, e tutte quelle cose che vengono negate alle coppie di fatto diventano certezza, devono diventare diritti inalienabili per la coppia.
  • il 08/07/2010 01:47
    Il periodo culturale gioca tanto su questa affermazione.
    Il periodo culturale, comunque, non blocca, non può bloccare, la libertà di pensiero. Chi è libero, chi vuole essere libero, non si accontenta della verità dogmatica. Anzi, gli riesce inaccettabile considerare questa come un qualcosa che può portare un qualsiasi soggetto al proprio equilibrio.
  • il 10/06/2010 12:44
    Il matrimonio è solo una palese e assurda convenzione imposta dalla chiesa; un contratto vero e proprio dove si stabiliscono i diritti e i doveri della coppia. Non è forse più sano amare perchè lo vuoi e non perchè è un dovere?
  • Francesca La Torre il 06/04/2010 08:40
    È la verita'" l'uomo e' fatto per amare e il matrimonio con l'amore centra poco!