username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'amore è il grande agguato che la natura ha teso agli uomini per propagarne la specie.

 


12 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ELISA DURANTE il 25/08/2011 08:30
    Doveva pur inventarsi qualcosa, madre Natura!!!
  • Alessia Torres il 31/05/2011 01:02
    Interessante...
  • elio roberto rinaldi il 18/05/2011 18:08
    agguato l'amore? amore e' amare la vita in tutte le sue manifestazioni
  • Uglisse il 27/04/2011 07:18
    Forse qui ha confuso copula con sentimento? L'amore è solo un'ebbrezza, nulla più.
  • rosaria esposito il 02/04/2011 16:02
    stavolta sono con te, Arthur. l'istinto di sopravvivenza delle specie è più forte di tutto.
  • Francesca La Torre il 28/11/2010 14:19
    Accidenti, non c'e' niente per lui che sia bello, trova il peggio in tutto!
  • Peter alias probity il 18/11/2010 02:07
    sono d'accordo con schopenhauer in questo caso, l'amore comunque può rispecchiare i desideri che riponiamo nella persona con cui condividiamo dei momenti della nostra vita, tutto volto inconsciamente o consciamente alla ricerca di una evoluzione fatta di scelte il piu possibilmente volute, manifestandosi prima o poi nella prole.
  • Maddalena Gatto il 13/11/2010 07:35
    Eppure nessuno ci impedisce di non innamorarci, mi pare
  • il 12/08/2010 16:43
    un po' riduttiva nella sua concezione di amore
  • il 10/07/2010 15:09
    Forse era meglio sostituire Amore con sesso.
  • Donato Delfin8 il 05/04/2010 16:47
    Dalla padella alla brace
  • il 05/04/2010 11:24
    Che l'amore sia un agguato non si può mettere in discussione, ma che questo agguato sia solo funzionale alla propagazione della specie direi che è una clamorosa idiozia., perché significherebbe che la specie è superiore all'Amore, quando anche un imbecille sa che se la specie esiste lo deve all'Amore. Nessun effetto può essere superiore alla propria causa. Mi spiace mettere in croce Shopenhauer, che ritengo abbia avuto un'intelligenza superiore, ma una volta in più devo considerare che la conoscenza dei principi poco ha a che fare col grado di intelligenza individuale, perché i due modi dell'intelligenza, quella individuale e quella universale si trovano su piani differenti, anche se contigui.