username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Chi è gaio ha sempre una ragione di esserlo, cioè appunto il fatto che lo è. Nulla può sostituire così pienamente qualunque altro bene come questa qualità, mentre essa stessa non è sostituibile. Poniamo che uno sia giovane, bello, onorato; si chiede, volendo giudicare la sua felicità, se sia anche sereno; se invece è sereno, è poi indifferente che sia giovane o vecchio, diritto o storto, povero o ricco: è felice!

 


4 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Donato Delfin8 il 25/05/2011 11:29
    ah bè Artù come giri giri... c'è il giardiniere
  • ELISA DURANTE il 23/05/2011 11:08
    Il pensiero positivo in un "grande pessimista"...
  • il 22/02/2011 18:39
  • il 10/08/2010 10:35
    La serenità richiama la felicità e viceversa.