username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il più grande moralista dei tempi moderni è stato senza dubbio Jean Jacques Rousseau, il conoscitore profondo del cuore umano, che attingeva la sua saggezza non nei libri ma nella vita, e che destinava la sua dottrina non alla cattedra, ma all'umanità.

 


3 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Luana D'Onghia il 12/07/2011 23:14
    Secondo me Rousseau non é stato il più grande moralista. Penso che il caro Schopenhauer, quando ha scritto questo suo pensiero ( naturalmente rispettabile ), si sia dimenticato dei grandi eroi vissuti precedentemente: Socrate, Giordano Bruno. Mi si potrebbe obiettare il fatto che egli consideri Rousseau ( filosofo esemplare ) il più grande moralista, però dei nostri tempi, ma la moralità non ha età e l'onestà, la rettitudine, la giustizia sono valori incrollabili ed estendibili per tutto l'eterno orizzonte cronologico.
  • Donato Delfin8 il 18/02/2011 18:25
  • il 16/02/2011 00:19
    Bella questa