username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La tristezza è transizione dell'uomo da una maggiore ad una minore perfezione.

 


15 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 08/06/2014 18:29
    La perfezione è relativa perché ha come correlativo l'imperfezione, dunque ci può essere una perfezione più o meno perfetta. La Perfezione assoluta non c'è, perché l'Assoluto è oltre a ogni divisione e di conseguenza oltre anche al bisogno di perfezione. È per questo che Assoluto significa non sottomesso ad alcuna condizione né a bisogni di nessun genere e neppure a evoluzione che comporterebbe necessariamente un'involuzione. Nel senso più generale possibile è necessario dire che l'ordine totale sul quale si regge l'equilibrio relativo dell'universo è costituito dalla somma dei disordini particolari dai quali è composto. Quella che sto esponendo è logica pura, ed è quella appartenente alla metafisica universale, che è Tradizione esoterica di tutti i popoli del pianeta.
  • massimo vaj il 08/06/2014 18:22
    Non è affatto così, perché si può essere tristi semplicemente perché si desidera essere migliori di quanto si è, e questo essere tristi non implica l'aver subito un peggioramento evolutivo.
  • il 04/05/2013 18:02
    Caro Espinoza, devo assolutamente condividere, chè quando sono di pessimo umore, se mi specchio, mi trovo orribile.
  • Sandra Checcarelli il 14/11/2012 10:06
    La tristezza transita dentro ciascuno di noi forse per aiutarci a riflettere sugli avvenimenti che ci capitano di vivere alle volte errati o che ci regala il fato.
  • augusta il 13/11/2012 13:12
    d'accordo con maddalena...
  • il 13/11/2012 12:34
    Quando si è tristi non si ha voglia d'impegnarsi, eppure è quella l'unica via di uscita dalla tristezza.
  • stelsamo il 13/11/2012 11:05
    La condizione di felicità è la perfezione, che in questa vita pochi realizzano; però anche se non si raggiunge la felicità in senso assoluto, l'uomo, normalmente tende alla felicità e talvolta, la strada verso essa, è molto tortuosa e questa strada, passa anche attraverso momenti di intenso dolore che rendono tristi; purché transitoria, quindi, la tristezza ben venga!
  • franco buniotto il 13/11/2012 07:58
    Allegria e bando alla tristezza. Sù, cerchiamo la perfezione, che se tutto va bene siamo perfettamente rovinati!
  • giuseppe gianpaolo casarini il 13/11/2012 07:30
    Filosofico pensiero!
  • rescaldani franco il 13/11/2012 06:24
    UNA VITA DI TRISTEZZA! WOW!
  • il 23/08/2011 22:47
    D'accordissimo con te Baruch: le fasi negative, tristi o più o meno disperate, della vita sono momenti di passaggio verso una migliore consapevolezza di sè, una forza più resistente, una maggiore "perfezione", sempre che con perfezione intendiamo un asintoto cui tendiamo ma che non possiamo raggiungere in questa vita
  • ELISA DURANTE il 15/08/2011 11:26
    La perfezione non può essere > o <, se no, che perfezione è ?
  • Donato Delfin8 il 26/03/2011 01:31
    perfetto.. sono triste
  • il 25/02/2011 14:00
    L'imperfezione umana
    Non siamo perfetti, ma siamo pieni di voglia di vivere. Non siamo onnipotenti, ma possiamo scegliere la nostra vita. Non siamo immortali, ma possiamo lasciare ai posteri qualcosa di speciale. Siamo piccoli e fragili, ma possiamo sostenere pesi incredibili. Siamo solo ciò che noi vogliamo essere. Siamo parte dell'universo, e l'universo è infinito.
    ~Jean-Paul Malfatti
  • Maddalena Gatto il 20/08/2010 09:14
    Mi piacerebbe sapere di quale perfezione parli