username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Frasi di Carl Gustav Jung

Ti piace Carl Gustav Jung?  


Pagine: 12345

Il cervello è visto come un'appendice dei genitali.



La maggior parte degli uomini è eroticamente cieca, poiché commette l'imperdonabile malinteso di scambiare eros con sessualità.



Alla resa dei conti il fattore decisivo è sempre la coscienza, che è capace di intendere le manifestazioni inconsce e di prendere posizione di fronte ad esse.



L'amore è un concetto estensibile che va dal cielo all'inferno, riunisce in sé il bene e il male, il sublime e l'infinito.



A perdere potere si guadagna in serenità.



Il fanatismo è un dubbio ipercompensato.



Il primo dovere dello psicologo scientifico sta nel mantenersi aderente ai fatti vitali della psiche, nell'osservare con esattezza questi fatti, aprendosi in tal modo a quelle esperienze più profonde delle quali non ha assolutamente conoscenza.



Un essere metafisico in genere non si mette in contatto con noi per telefono.



La parola credere è una cosa difficile per me. Io non credo. Devo avere una ragione per certe ipotesi. Anche se conosco una cosa non è detto che debba crederci.



Se non capiamo le immagini dell'inconscio, o rifiutiamo la responsabilità morale che abbiamo nei loro confronti, vivremo una vita dolorosa.





Pagine: 12345