username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Con Benigni siamo amici da anni. Lui è grande nel "buffo", ma lasciamo stare il "comico". I buffi sono concilianti, rallegrano la corte e le masse. Il comico che interessa a me è un'altra cosa. Cattiveria pura. Il ghigno del cadavere. Il comico è spesso involontario. Specialmente quando si sposa con il sublime.

 


6 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Donato Delfin8 il 08/08/2011 22:02
    assolutamente d'accordo.
    come il cuore!
  • Pasquale Martino il 02/08/2011 14:02
    Il comico sempre secondo me non è cattiveria, semmai è di quella tragicità che a volte anche un comico sa fare, ma non tutti!
    Benigni non si discute, si ama... molto meno Carmelo Bene con la sua osticità creativa.
  • Pasquale Martino il 02/08/2011 13:58
    Caro Carmelo, consentimi sul buffo ci sei tu con certe tue personali assersioni... Benigni ha in se l'arte dell'attore insita e tu l'hai acquisita, lui sa recitare Dante come tu non puoi, sa far ridere anche solo stando zitto... ma non è buffo è semplicemente grande e forse tu con tutto il tuo blasone potresti fargli da paggio!
  • il 17/11/2010 12:28
  • Tim Adrian Reed il 11/09/2010 11:28
    è vero, e se il comico è cattiveria pura, Paolo Villaggio è stato il più grande di tutti.
  • laura cuppone il 16/07/2010 13:06
    assolutamente vero..
    Totò era un comico... con i controattributi!!!!