username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

È tutta la vita che tolgo di scena il burattino, l'incubo di un pezzo di legno che ci si ostina a voler farcire con carne marcia. Precipitare nell'umano - che parola schifosa - questa è la disavventura. Gli anatomisti gridano al miracolo quando parlano del corpo umano. Ma quale miracolo?! Un'accozzaglia orrenda, inutilmente complicata, piena di imperfezioni e di cose che si guastano.

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Virginio Giovagnoli il 25/01/2011 14:14
    Frase un po' cruda. Siamo imperfetti è vero. Secondo il verbo non c'è perfezione nella natura. Porsi al di sopra come sembra voler fare, o dire, Carmelo Bene è fuori da ogni logica.
  • il 31/07/2010 22:36
    La definizione cruda non è sbagliata. I difetti ce li abbiamo... che ci guastiamo; anche questo capita. Poi c'è il fatto che rivoltiamo il mondo sotto sopra come ci pare e piace.
    Questo solo per dire che non siamo tutto oro...
  • il 31/03/2010 21:35
    E poi che ne sappiamo: magari Carmelo Bene chiedeva veramente un aiuto. Forse lo chiedeva a modo suo, e perciò non era compreso.
  • il 31/03/2010 21:32
    L'intelligenza è relativa; e prendi ciò che dico come le parole di una persona ignorante che cerca di capire, in ogni attimo della sua vita, in quale guaio è precipitata.

  • il 28/03/2010 19:18
    Non era un ignorante, ma poco intelligente sì, e con una personalità da pallone così gonfio che gli occhi parevano sporgersi per chiedere aiuto.
  • il 28/03/2010 18:39
    Credo che la frase interessi l'esperienza personale dell'autore, quindi non è generalizzata. Carmelo Bene non generalizzava: parlava per sè e basta. Definire Carmelo Bene un ignorante mi sembra azzardato.
  • il 28/03/2010 16:43
    Ecco la prova provata che l'esperienza personale non è generalizzabile. In effetti, almeno per quanto riguarda la sua mente, non oso contraddirlo...
    Carmelo Bene ha avuto e ha ancora il grande pregio di far risaltare l'intelligenza (quella degli altri)
  • il 27/03/2010 21:23