username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

È religione anche non credere in niente.

 


14 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 09/05/2014 10:46
    No, perché ogni religione "non duale" racconta le conseguenze di una rivelazione sovra umana, mentre il non credere alle rivelazioni date dalla Trascendenza, date adattandone le esposizioni ai diversi popoli, ma senza contraddire i princìpi delle altre rivelazioni fatte, è la negazione di un legame che ci unisce alla nostra causa nella Quale sta la nostra essenziale ragione d'essere. Esistere deriva dal latino "ex-stare", che indica la ragione d'essere di ogni realtà manifestata trovarsi all'esterno della manifestazione.
  • il 02/06/2013 20:04
    Ogni certezza è legata ad un concetto, quello di religione non è chiaro.
  • Gianni Spadavecchia il 16/10/2012 14:21
    Religione adatta a me
  • melizia il 30/08/2012 01:55
    Il niente ha un valore ed una misura
  • laura cuppone il 11/06/2012 19:26
    beh si ci vuol fede anche in questo.. e tanta anche.
  • Luigi Lucantoni il 23/03/2012 12:27
    allora sono un religioso sfegatato
  • il 31/07/2011 16:58
    Chi crede, fa di tutto per dimostrare la validità della propria religione, chi non crede, fa di tutto per dimostrare che non esiste niente! Entrambi cercano proseliti... io diffido sempre di chi ha troppe certezze!
  • il 19/07/2011 09:53
    Secondo il mio modesto parere la religione non unisce a Dio ma agli uomini.
    Credere non significa appartenere a una religione, le religioni sono state istituite dagli uomini e non da Dio. Le religioni quasi tutte allontanano gli uomini dalla vera parola di Dio.
  • marco carlino il 26/11/2010 01:39
    sono molto interessanti queste sette parola messe in fila, specialmente l'ultima; che dev'essere specificata, altrimenti non vale troppo la pena scervellarsi
  • il 25/11/2010 22:14
    Concordo con Maria Teresa.
  • Tim Adrian Reed il 11/09/2010 11:25
    é verissimo. Non credere equivale a credere (cioè essere fermamente convinti e sicuri che non vi sia un Dio). Il vero ateo è colui che semplicemente lascia aperta la porta del dubbio.
  • Maria Teresa il 27/08/2010 13:18
    Se il "niente" diventa un credo, forse sì, altrimenti proprio no.
    La religione è tutto ciò che unisce l'uomo ad un "essere superiore" dall'uomo stesso e il NIENTE è niente, non ha nulla di superiore, né di trascendente, nè di mistero.
    È semplicemente niente
  • paolo veronesi il 18/04/2010 12:40
    chi crede a nulla è capace di credere a tutto.è molto preoccupante
  • Maddalena Gatto il 17/12/2009 20:02
    Certo, anche quello ha un suo credo