username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'amore è molto simile a una tortura o a una operazione chirurgica. Anche se i due amanti sono molto innamorati e colmi di reciproci desideri, uno dei due sarà sempre più calmo o meno invasato dell'altro. Quello, o quella, è l'operatore, ovvero il carnefice; l'altro, o l'altra, l'assoggettato, la vittima

 


22 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anna il 13/07/2012 13:57
    L'amore é sofferenza ma il vero amore é libertà, gioia se l'amore ci fa soffrire non dobbiamo considerarlo con il suo nome
  • il 10/12/2011 10:50
    QUESTA è LA VERITà ASSOLUTA... NON ESISTONO NE PERò E NE MA...
    NON SI TRATTA DI CHI AMA DI PIU' O DI MENO, MA SOLTANTO DI CHI è PIU' BASTARDO NELL'ANIMA...
  • Uglisse il 26/08/2011 23:33
    Vince chi fugge, così si sul dire.
  • rosaria esposito il 15/07/2011 21:48
    c'è un problema... secondo me sono la vittima... ma c'è chi dice che sono il carnefice...
  • il 08/06/2011 22:34
    Sciagurato realismo... L'amore è Amore!!!
  • il 22/05/2011 15:53
    Sono d'accordo per il fatto che tra i due uno sia più calmo dell'altro. Il resto lo trovo banale.
  • soffice neve il 24/03/2011 17:53
    mio nonna ottantenne diceva che la parola marito e amore contenevano in sè la parola AMARO... provare per... credere!!!
  • Donato Delfin8 il 14/03/2011 17:12
    Ogni masochista sceglie amorevolmente il carnefice?
    L'amore è come l'equilibrista senza rete
  • Virginio Giovagnoli il 11/03/2011 15:27
    L'amore è amare, quando si ama ci si sopporta reciprocamente, almeno così dovrebbe essere... poi...
  • silvia leuzzi il 10/03/2011 19:29
    L'anima dolorante di Baudelaire elabora sempre in maniera atroce anche le sensazioni più belle. Carnefice è l'espressione crudele dell'amore, tutta la sofferenza di non essere amato, magari anche rifiutato, emerge in questo testo dissacratore dell'amore come espressione stucchevole di un sentimento, che in quanto tale presenta sempre un lato oscuro, che è poi quella dipendenza o finanche sudditanza che inevitabilmente si crea.
  • il 24/10/2010 12:18
    Molte volte questo capita. Come capita che i ruoli si ribaltino all'interno di quel nucleo affettivo. E se in altra analisi è la paura o mancanza di credere nell'altro a generare questo tipo di rapporto manipolatorio? E se l'amore non fosse altro che questa cosa? Paura e manipolazione, potere e assoggettamenti vari... Chissa... Di solito su queste questioni non vengo proprio capito quando ne parlo o ne voglio semplicemente analizzare i cardini...
  • Antonella Camerlingo il 28/09/2010 14:59
    Non posso che concordare...
  • clem ros il 08/09/2010 15:45
    Vero Luigi, senza anestesia. Intanto se anestetizziamo tutto come facciamo a soffrire?
  • Luigi Locatelli il 05/07/2010 15:40
    e tutto questo senza anestesia...
  • Laura cuoricino il 26/06/2010 12:31
    L'importante è riuscire ad amare in modo sano, accettando noi stessi e donarci, perché alla
    fine il bisogno fondamentale dell'uomo è quello dell'intimità. I cuori si devono amare ed appartenere l'un l'altro come il valore più importante. Da 'Delitto e castigo':-'Li aveva fatti rinascere l'amore ed il cuore dell'uno racchiudeva ineusaribili sorgenti di vita per il cuore dell'altro'. Cuoricino
  • Len Hart il 16/03/2010 18:44
    great!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Andrea Arvati il 09/03/2010 03:24
    nn è facile raggiungere un equilibrio... un equilibrio?
  • laura cuppone il 22/02/2010 18:48
    il carnefice non sarebbe tale senza la vittima...
    ma non si può con certezza dire chi sia il più forte.. davvero...
  • Amorina Rojo il 02/01/2010 15:16
    sono proprio d'accordo... ho una mia teoria in proposito..
  • Francesca La Torre il 18/12/2009 22:48
    ne sono stata sempre convinta ma queste parole per esprimere il pensiero sono stupende.
  • il 09/12/2009 18:15
    s a c r o s a n t o
    E gli infermieri, stanno a guardare...
  • il 09/12/2009 18:14
    s a c r o s a n t o.
    E gli infermieri stanno a guardare...