username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Chiunque può vivere per tre giorni senza pane, ma nessuno può vivere anche un solo giorno senza poesia.

 


14 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 25/11/2014 22:23
    Un rifugio per l'anima.
    Piaciuta molto, io condivido in pieno.
  • il 29/03/2012 20:41
    Baudelaire: Io semplicemente.. ti amo!
  • Alessia Torres il 14/06/2011 23:51
    La poesia disseta l'animo!!!
  • il 08/06/2011 22:26
    Ma mi faccia il piacere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Francesca La Torre il 02/06/2011 16:07
    Invece c'e' chi non sa nemmeno cosa sia la poesia e vive benissimo!
  • Donato Delfin8 il 06/03/2011 00:54
    ah bè poetica ma diciamo... non si vive di solo amore
  • Virginio Giovagnoli il 02/03/2011 18:07
    Davvero bella, ma sono di più quelli che vivono senza poesia, purtroppo, ma non senza le primarie necessità.
  • il 02/03/2011 01:33
    Bella, Baudelaire è un grande. Però è falso. Vorrei vedere se ti manca il pane per tre giorni che cosa te ne frega della poesia.
  • K. Lear il 18/12/2010 11:35
    Sì, forse solo qualche ora...
  • ELISA DURANTE il 10/11/2010 20:15
    Non mi pare proprio, guardandomi in giro nel mondo...
  • il 23/09/2010 21:54
    Baudelaire, ti voglio bene. Però solo a pancia piena si può dire un'amenità del genere. Se il poeta non mangiasse (anche un pezzo di pane ammuffito) potrebbe mai scrivere una poesia?
  • il 17/07/2010 17:11
    Molto bella. A mio parere non funziona così. Conosco troppi che vivono senza poesia. Sia dentro che fuori di loro. È così evidente, a volte, che sono addirittura certo di non sbagliarmi.
  • Emanuele Ramundo il 30/06/2010 16:54
    La poesia è tutto ciò che la nostra anima possiede, qualsiasi forma essa prenda è il sale dell'amore, della vita, della paura, del dolore, della commozione e della speranza...
  • il 25/06/2010 16:04
    Certo, i poeti senza poesia non possono vivere neanche un'ora. Ma coloro che hanno bisogni primari da soddisfare, come la fame, il bisogno di un tetto per ripararsi dal freddo, preferirebbero avere il pane o la poesia? Io credo che sceglierebbero il pane