username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

frasi di Charles Bukowski

Ti piace Charles Bukowski? Fallo sapere ai tuoi amici
 


Pagine: 1234

Nella prossima vita voglio essere un gatto.
Dormire venti ore al giorno e aspettare che ti diano da mangiare.
Starsene seduti a leccarsi il culo.
Gli umani sono dei poveretti, rabbiosi e fissati.





L'anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci: soprattutto perché provi un senso di benessere, quando gli sei vicino



La mia unica ambizione è quella di non essere nessuno; mi sembra la soluzione più sensata



Non puoi sconfiggere la morte, ma puoi sconfiggere la morte in vita, qualche volta.



È questa la nostra nuova civiltà: come gli uomini una volta vivevano sugli alberi e nelle caverne adesso vivono in automobile e sull'autostrada



Tanta gente urla la verità, ma senza stile è inutile, non serve



Il vero casino della vita, pensò, era dover fare i conti con i problemi altrui



Scrivere poesie non è difficile; è difficile viverle



Il matrimonio, Dio, i figli, i parenti e il lavoro. Non ti rendi conto che qualsiasi idiota può vivere così e che la maggior parte lo fa?



I soldi sono come il sesso, sembrano molto più importanti quando non ce n'è



Io sono un genio, ma nessuno lo sa tranne me.



I grandi uomini sono i più soli.



Non riesco a affrontare la vita, quando sono sobrio



Pazzia? certo. Cosa non è pazzia? Non è pazzia la vita stessa? Siamo come giocattoli con la carica, tutti quanti noi.. Qualche giro di chiavetta e, quando la molla si scarica, addio.. Finché dura, camminiamo, ci agitiamo, facciamo progetti, eleggiamo le giunte comunali, tosiamo l'erba... Pazzia, ma sì, sicuro, cosa NON è pazzia?



ero alla bancarotta, il governo era alla bancarotta, il mondo era alla bancarotta.
ma chi cazzo li aveva i fottuti soldi?



Umanità, mi stai sul cazzo da sempre. Ecco il mio motto.



Vuoi sentirti sicuro? La sicurezza si può avere in galera.
Tre metri quadrati tutti per te senza affitto da pagare, senza conti della luce
e del telefono, senza tasse, senza alimenti.
Senza multe.
Senza fermi per guida in stato di ubriachezza. Cure mediche gratuite.
La compagnia di persone con gli stessi interessi.
Chiesa. Inculate. Funerali gratuiti.



La maggior parte della gente era matta. E la parte che non era matta era arrabbiata. E la parte che non era né matta né arrabbiata era semplicemente stupida.



La poesia qualcosa vale, credetemi. Impedisce di impazzire del tutto



sepellitemi vicino all'ippodromo
così che possa sentire l'ebbrezza
della volata finale...





Pagine: 1234

frasi Charles Bukowski (1920 - 1994) è stato un poeta e scrittore statunitense. La produzione di Charlese Bukowski è stata particolarmente intensa, arrivando a pubblicare oltre sessanta libri comprendendo sei romanzi, centinaia di racconti e addirittura migliaia di poesie. La sua narrazione riguarda prevalentemente la sua stessa vita, caratterizzata dall'abbinamento di scrittura, sesso, alcol, scommesse e massacranti lavori manuali. Bukowski viene spesso associato al movimento della "Beat generation" dato il suo l'anticonformismo verso la letteratura. Dalle poesie e racconti di Bukowski sono anche stati tratti diversi film.