username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il saggio stesso formula spesso opinioni su ciò che non conosce, non di rado è in preda alla collera, cede alle preghiere e si calma, corregge talora - se così è meglio - le sue affermazioni e talora cambia parere; tutte le virtù sono temperate dal giusto mezzo

 


7 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ELISA DURANTE il 22/08/2011 09:44
    Una frase densa di sottile saggezza...
  • il 14/04/2010 11:29
    Un saggio è uno che non schiaccia una cacca sul marciapiede, un sapiente, invece, ne raccoglie un po' e la analizza per curare l'animale che l'ha depositata lì e, già che c'è, mena il padrone dell'animale...
  • il 14/04/2010 11:25
    Cicerone ha inteso male cosa significhi "Il giusto mezzo". Esso non è la via di mezzo tra il giusto e lo sbagliato, né si può dire che la ponderazione e l'equilibrio avvicini una bugia alla verità. Il giusto mezzo non è l'equidistanza tra la menzogna e la falsità, ma il fulcro che è centrale alla realtà intendendo la realtà vera. Cos' si deve dire che il giusto mezzo è il centro di questa realtà vera dove anche una falsità è vera nel senso che è una vera falsità. Quando l'umanità si accorgerà di me sarà tardi per chiedermi cosa ne penso di lei...
  • il 01/04/2010 22:49
    Il saggio - essendo saggio - si sente in dovere di discutere d'ogni cosa, anche quando è in torto. Se è un vero saggio ammetterà, talvolta, d'essere in torto; ma a dirla tutta, il più delle volte, argomenterà la propria posizione errata risultandone il vincitore.
  • il 08/01/2010 20:50
    Concordo con Maddalena
  • Maddalena Gatto il 28/12/2009 08:48
    Mi sembra una riflessione ben ponderata
  • Maddalena Gatto il 28/12/2009 08:47
    Mi sembra una riflessione ben ponderata.