username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il mio punto di riferimento è stato Domenico Modugno, il papà dei cantautori, quello che ci ha fatto capire che non era necessario avere una bella voce per cantare, ma che era importante cosa si diceva e come lo si diceva. Un maestro involontario, io pendevo letteralmente dalle sue labbra... cioè dai suoi dischi.

 


5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Marcello Piquè il 07/08/2012 09:12
    non solo tu, ma tutti abbiamo preso qualcosa da Domenico. Lui è soltanto stato il più grande!
  • ELISA DURANTE il 12/08/2011 07:14
    Modugno è stato grande, moderno per i testi e per la sua stessa immagine!
  • Donato Delfin8 il 28/02/2011 16:58
    Siete grandi entrambi...
  • Sandrino Aquilani il 20/04/2010 20:08
    Mi accorgo di avere commesso un grave errore, uno scambio di persona, forse sull'onda dell'emotività scaturita dalla voglia di riconoscere in Raimondo un altro maestro. Chiedo scusa ma il mio pensiero non cambia. Non me ne voglia il mio amico Edorado, altra importante guida per i miei sogni di ragazzo... Umilmente ti chiedo perdono...
  • Sandrino Aquilani il 20/04/2010 20:04
    Anche per me, Domenico Modugno, maestro di vita e d'arte. Le parole di Raimondo Vianello potrei averle scritte io. Ora i riferimenti sono due.