username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mai dimenticherò quella notte, la prima notte nel campo, che ha fatto della mia vita una lunga notte e per sette volte sprangata.
Mai dimenticherò quel fumo.
Mai dimenticherò i piccoli volti dei bambini di cui avevo visto i corpi trasformarsi in volute di fumo sotto un cielo muto.
Mai dimenticherò quelle fiamme che bruciarono per sempre la mia Fede.
Mai dimenticherò quel silenzio notturno che mi ha tolto per l'eternità il desiderio di vivere.
Mai dimenticherò quegli istanti che assassinarono il mio Dio e la mia anima, e i miei sogni, che presero il volto del deserto.
Mai dimenticherò tutto ciò, anche se fossi condannato a vivere quanto Dio stesso. Mai.

 


4 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Donato Delfin8 il 03/08/2011 21:00
    D'accordissimo con Rosaria ed Elisa.
    Sì MAI!
  • rosaria esposito il 03/07/2011 21:50
    e mai nessuno deve dimenticare questi versi. mai.
  • ELISA DURANTE il 23/06/2011 19:56
    L'odore di carne umana bruciata è un marchio a fuoco nella memoria...
  • Ettorina Gerbelli il 27/05/2010 16:11
    dopo tanto orrore, è ancora possibile la poesia?