username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Una constatazione che verifico, con mio grande rammarico, a ogni istante: sono felici solo coloro che non pensano mai, vale a dire coloro che pensano giusto il poco che basta per vivere

 


10 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 14/05/2014 11:37
    È evidente che Cioran era un uomo felice
  • Terry Di Vetta il 26/06/2013 05:24
    La felicità ha molte sfaccettature.. felice è chi è riuscito a leggersi dentro e apprezzare ciò che di prezioso possiede.. la falsa felicità è tutt'altra cosa..
  • Michele Sarrica il 20/06/2011 01:31
    Dalle nostre parti si usa dire: "beato tu che non capisci niente!", riferito a persona senza cervello che anche se pensa non riesce a comprendere i problemi, per cui, gli stessi problemi non esistono o non se li pone.
  • soffice neve il 28/03/2011 17:04
    essere felici??? non direi... forse si è più sereni!!!
  • Marco Vincenti il 22/10/2010 10:02
    Mi associo a questa tua frase perchè mi accorgo anch'io che al mondo c'è tanta superficialità. Non la definisco generalizzante come dice Alessandro, anzi è una bellissima frase che rispecchia molto la civiltà odierna.
  • il 13/10/2010 09:42
    Filosofare sulla base di generalizzazioni è sommamente sbagliato. E Cioran in questo caso sbaglia. Come si fa a parlare di una moltitudine di persone. Siamo tutti omologati in un archetipo?
  • Francesca La Torre il 01/07/2010 23:24
    constatazione fatta da me, molto spesso e anche per me con grande rammarico!!
  • il 24/06/2010 13:56
    Non vale la pena pensare troppo, tanto la vita va comunque come vuole andare...
  • il 01/04/2010 19:04
    Una frase importante. Come dici giustamente tu, Vincenza, alla base della serenità c'è l'ignoranza. L'ho sempre pensato che il pensare fa male, ma dev'essere una malattia grave se non riesco a smettere. Penso bene? Penso male? Questo è un altro discorso!
  • il 02/03/2010 10:33
    Infatti, alla base della serenità, per quanto strano possa sembrare, c'è l'ignoranza.