username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La Natura è un catalogo di mostruosità che tendono a conservarsi e a riprodursi

 


11 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gabriele Zarotti il 30/09/2012 17:10
    La natura, a prima vista, appare meravigliosa. Se poi la guardi da vicino scopri tutte le mostruositá.
  • Michele Giuliano il 16/07/2012 08:28
    Non condivido.. La natura è sicuramente un insieme armonico nonostatnte l'uomo!!!!
  • Donato Delfin8 il 09/08/2011 00:47
    Ah bè un Darwin un po' pessimista
    anch'io son d'accordo con Sandrino
  • Gabry Tedesco il 12/04/2011 22:37
    Cruda, vera in certi casi, davvero un aforsma che colpisce e difficile da dimenticare
  • Maria Teresa il 06/12/2010 17:25
    La natura è bellissima, sono gli uomini che sono mostruosi!!
  • Peter alias probity il 24/11/2010 15:18
    divertente tutto questo, sia i commenti che l'aforisma, mi vien da pensare ad un viaggio fantascientifico in un altro pianeta.
  • il 13/09/2010 10:17
  • il 29/07/2010 11:58
    Condivido il pensiero di Sandrino
  • Len Hart il 19/05/2010 11:29
    great!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • il 11/03/2010 10:55
    Flaiano si riferisce, con ogni probabilità, all'inter-divoramento necessario alla sopravvivenza dell'insieme, senza considerare che la natura non riempie la totalità della manifestazione della realtà, ma costituisce il piedistallo che consente di elevare la propria consapevolezza, allo scopo anche di sostituire all'inter-divoramento... l'inter-abbraccio amorevole che non soffoca l'abbracciato...
    Naturalmente il fine dell'esistenza non è nell'esistenza, perché se lo fosse una volta raggiunto l'esistenza cesserebbe la sua funzione e sparirebbe assieme alle sue ragioni di essere.
  • Sandrino Aquilani il 01/02/2010 10:42
    Pensiero di un pessimismo assoluto, non lo condivido, lo rispetto. La natura è meravigliosa, e noi ne siamo gli interpreti principali, siamo noi a trasformarla, talvolta, in mostruosità.