username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Eppure, ve lo assicura la Follia in persona, uno è tanto più felice quanto più la sua Follia è multiforme.

 


10 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giuseppe Vita il 21/11/2014 07:29
    Erasmo da Rotterdam non intende la follia come pazzia, ma una caratteristica primordiale dell'uomo che attraverso molteplici manifestazioni lo spinge ad esplicare il proprio io. Concordo col suo detto.
  • massimo vaj il 18/05/2014 17:58
    Un altro imbecille cosmico che pensa essere la follia il punto più alto da dove poter considerare l'esistenza.
  • Gianni Marafatto il 03/12/2012 07:51
    Chiaro messaggio per chi ha provato...
  • vittorio luciano banda il 18/02/2012 12:25
    MA TU CHI SEI?

    Ma tu chi sei, spesso mi sono chiesto di me stesso!
    Lo sfogo di una risata incompiuta o il postumo di una abbondante bevuta?
    Una foglia agitata dal vento o il saio steso ad asciugare in un convento?
    Una primavera abortita dal soffio del vento della vita?
    Il lascito di un padre avaro o il balbettio stupido dell'ignaro?
    Il suono stonato di un vecchio pianoforte le cui note evocano la morte?
    La speranza uccisa dal terrore o colui che ha sperato invano nell'amore?
    L'incedere di un passo timoroso o il goffo imbarazzo di un novello sposo?
    La confusione che ha trovato un ordine confuso o lo scarto drammatico
    di un refuso?
    L'alba che si tinge di colori stinti o lo spirito domo dei vinti?
    Sei l'opera che non è stata mai raccontata o il mancato colpo di bacchetta di una fata?
    Una blasfema alchimia abbandonata dal suo stregone od il sogno svanito nella visione?
    È facile dire tutto ciò che non sono stato rispetto a quello che avrei voluto essere diventato.
    Un uomo è certo, questo lo sono! ed è già di per se stesso un grande dono.
    L'essere ed il divenire sono in continua guerra, ma non importa purchè io calchi la terra!
    Sono un uomo e questo mi basta, un uomo che non chinerà mai la testa di fronte alla stupidità ed alla ipocrisia.
    È questa la natura mia!

    Favignana li 26. 08. 2011
    Copyright
    Vittorio Banda
  • il 17/09/2011 22:06
    La follia, per l'artista, o meglio per chi aspira a tale spilla affibiata sul petto, è qualcosa di così affascinante ed irresistibile da spingere molti a lodarla ed osannarla; specialmente in certi salotti dove sembra di moda. La follia, quella nobile, non vorrei descriverla né identificarla, solo citarla dove non è. Io credo che quella descritta da Erasmo, appartiene a pochissimi. Per molti invece, il solo credere di essere folli li rende semplicemente ridicoli, sicuramente almeno al cospetto di persone intelligenti. Questi poveretti la vantano e la milantano dove credono abbia fascino e sia riconosciuta come valore aggiunto. Poi capita che appena si trovano in un ufficio, ad esempio, a colloquiare con un direttore di banca o di affari, si preoccupano di essere gentili, vestiti bene, affabili e magari privi di alito pesante. Questi non sono folli, bensì furbetti. Il folle è molto più collegato a sé stesso; anche poi fosse un vanitoso della sua follia, lo è ovunque; non solo dove gli conviene.
  • Alessandro Guerritore il 03/07/2011 08:01
    Follia puramente artistica che solo un eroe dell'arte può comprendere e non certamente un cinico.
  • il 23/02/2011 09:35
  • clem ros il 13/05/2010 13:46
    Suberma affermazione. Elogiamo la follia ed inchiniamoci ad essa.
  • Maddalena Gatto il 12/02/2010 00:33
    So di cosa parli e sono pienamente d'accordo con te
  • Donato Delfin8 il 23/11/2009 17:09
    Super Folle