username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Frasi di Ernest Hemingway

Ti piace Ernest Hemingway?  


Pagine: 1234

Siccome di guerre ne ho fatte troppe, sono certo di avere dei pregiudizi, e spero di avere molti pregiudizi. Ma è persuasione ponderata del sottoscritto che le guerre sono combattute dalla più bella gente che c'è, o diciamo pure soltanto dalla gente, per quanto, quanto più ci si avvicina a dove si combatte e tanto più bella è la gente che si incontra; ma sono fatte, provocate e iniziate da precise rivalità economiche e da maiali che sorgono a profittarne.



È morale ciò che ti fa sentir bene dopo che l'hai fatto, è immorale ciò che invece ti fa sentire male.



Non bisogna giudicare gli uomini dalle loro amicizie: Giuda frequentava persone irreprensibili!



Ho una vita interessante, ma devo scrivere perché se non scrivo in una certa misura non posso godermi il resto della mia vita



Conosco la guerra come poche altre persone al mondo e niente mi è più rivoltante di essa.



Se tu non mi ami, non importa, sono in grado di amare per tutti e due.



Tutti gli uomini che pensano sono atei



Ai gatti riesce senza fatica ciò che resta negato all'uomo: attraversare la vita senza fare rumore



In Africa una cosa è vera all'alba e falsa a mezzogiorno e per questa cosa non si ha più rispetto di quanto se ne abbia per il bel lago dalla perfetta corona d'erba che si è visto oltre la pianura salina cotta dal sole.



Oggi non è che un giorno qualunque di tutti i giorni che verranno, ma ciò che farai in tutti i giorni che verranno dipende da quello che farai oggi





Pagine: 1234


Libri di Ernest Hemingway

I quarantanove racconti
 
commenti0