username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ho visto che in italiano esistono due parole, sonno e sogno, dove il napoletano ne porta una sola, suonno. Per noi è la stessa cosa

 


7 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 08/06/2011 21:51
    Scavando nella matafora si potrebbe dire che come sempre i napoletani cercano di guadagnare anche non sprecando le parole!
  • vale t il 23/03/2011 18:01
  • il 18/02/2011 22:41
    Anche per me
  • il 04/03/2010 11:31
    Erri de Luca è scrittore ironico e credo voglia sottintendere non una superiorità culturale, ma una semplificazione dovuta al fatto che la rassegnazione napoletana salda le aspirazioni al sonno dell'inazione. Se non ricordo male Erri è un operaio scrittore, qualcosa di analogo al prete che lavora in fabbrica: entrambi sono portatori di un candore che non proviene dall'ingenuità, ma dalle buone intenzioni.
  • Maddalena Gatto il 23/02/2010 23:07
    Confermo, stessa parola per due significati diversi seppur così vicini
  • Francesco Scardone il 23/01/2010 20:21
    per noi napoletani, nel senso che per noi non c'è differenza fra il semplice atto del dormire e il più alto atto del sognare.
  • Nicola Saracino il 14/01/2010 19:06
    Non ho capito. per noi chi? Perché? Bah.