username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Eppure il piacere dell'elemosina è un piacere altezzoso e immorale, il piacere del ricco che si compiace della propria ricchezza, del potere, e del confronto tra la propria importanza e quella del mendico. L'elemosina deprava sia colui che dà, e sia colui che prende, e per di più non raggiunge lo scopo, perché non fa che rafforzare la mendicità

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ELISA DURANTE il 21/08/2011 12:40
    Ottima considerazione. Non fa una grinza
  • Donato Delfin8 il 21/07/2011 13:09
    ma mica solo i ricchi!
    ah bè bella scusa per non farla
  • mario durante il 30/06/2011 11:25
    Chi ha bisogno chiede con disperazione, chi dona compie un gesto d'amore (San Martino).
    Tutto il resto è mistificazione umana. Distorsione dell'animo umano.
  • mario durante il 30/06/2011 11:22
    Chi ha bisogno chiede con disperazione e chi dona lo fa con spirito d'amore (San Martino).
    Tutte le altre situazioni, sono distorsioni del bisogno e del dono. Rientrano nella mistificazione umana.
  • il 21/02/2011 23:29
  • Virginio Giovagnoli il 20/02/2011 17:06
    Dipende con quale animo si compie il gesto di donare.
    Certamente con i tempi che corrono è più facile rafforzare la mendicità.
  • Virginio Giovagnoli il 20/02/2011 17:05
    Dipende con quale animo si compi il gesto di donare.
  • paolo veronesi il 18/04/2010 22:34
    non sempre per dare bisogna esser ricchi, a volte si da anche la propria povertà vestita in maniera