username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Chi deve essere un creatore, non fa che distruggere

 


10 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 18/05/2014 17:05
    È la ciclicità che impone la rigenerazione. Nietzsche la chiama distruzione perché ha un'intelligenza che non susciterebbe l'invidia di una gallina.
  • Tullio il 25/01/2014 14:19
    Il viaggio della vita e` un viaggio verso una piu` grande Innocenza.. quindi.. chi distrugge per ricostruire e` meno innocente di colui... che recicla... che Trasforma.. ed e` qui` che la eletta scienza.. si cela.. a colui che non e` pronto.. ma che si rivela a chi... si dona... e cerca.. e non si ferma mai... nella sacra caccia... ma.. tutti cerchiamo e cacciamo in modo sacro.. di questo non c`e` incertezza... e` solo questione di tempo.. Allora.. viaggia pellegrino.. e sogna.. grandiosita` ... queste ti aspettano...
  • cristiano comelli il 21/07/2013 18:50
    In effetti la creazione, pensiamo alle riflessioni, può nascere dalla distruzione di qualcosa di precedente. La democrazia nasce dalla distruzione della dittatura e viceversa.
  • Donato Delfin8 il 07/08/2011 01:08
    Ah bè Nichelino è più facile distruggere che creare
  • rosaria esposito il 28/07/2011 21:23
    IO DISTRUGGO LE PAROLE... sono sulla buona strada,
  • il 15/07/2011 22:46
    Tra creativi è una bestemmia.
    Ma se diventa insopportabile l'inflazione di teste vuote ovvio che la reazione sia aggressiva.
    Se distruggere vuol dire salire uno scalino ok.
    Se distruggere vuol dire censurare non ci sto.
    Se creare ha il senso di creare ok.
    Se creare significa scrivere ogni merda in giro per il mondo non ci sto.
    Il creativo si prende sul serio e medita ogni piccola particolarità...
    La democrazia dei creativi sia in mano ai creativi che sanno come confrontarsi tra loro.
    A con lacca...
  • il 22/02/2011 18:29
  • Aldo Riboldi il 30/08/2010 19:49
    Mi sembra un frase non chiara, perchè se parliamo di Creatore, le distruzioni che vediamo non sono opera sua. Se parliamo di qualcuno che vuole creare qualcosa di utile, qualche piccola distruzione a livello di prove e perfezionamento ci può stare, non fosse altro per garantire un minimo di sicurezza.
  • il 02/04/2010 13:49
    Già: il punto di vista è determinante. Eppure, un minimo di distruzione, per consentire il cambiamento, è necessario.
  • il 09/01/2010 09:20
    Ma da quale punto di vista?