username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

I filosofi, gli scrittori, gli artisti, persino gli scienziati, non hanno solo bisogno di incoraggiamento e di un pubblico: hanno anche bisogno del costante stimolo degli altri. È quasi impossibile pensare senza parlare. Se si elimina la libertà di parola, le facoltà creative inaridiscono

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 25/07/2011 17:27
    Oops! "ha bisogno"
  • il 25/07/2011 17:25
    tutti abbiamo bisogno di costanti stimolo... la crescita individuale funziona come un'erezione, ha bisogna di stimolo per attivarsi!
  • Donato Delfin8 il 17/03/2011 20:42
    concordo con Yuri.
  • YURI STORAI il 03/03/2011 05:46
    il discorso in effetti è un po' confusionario, non è necessariamente vero che
    un artista per esprimersi abbia bisogno di consensi!!!! per il resto la libertà
    di parola ''dovrebbe'' essere sacra.
  • il 27/10/2010 18:22
    Senza confronto noi non esistiamo, non soltanto come scrittori, pensatori etc. etc. ma anche come uomini.
  • il 16/07/2010 01:42
    Tutte le dittature sanno questo. Volete dire che in occidente non esistono più!?...
    Scusate un attimo, forse non ci siamo capiti...
  • Salvatore Ambrosino il 18/04/2010 09:41
    Il dire è dare, il silenzio toglie
  • il 10/03/2010 14:10
    You are right, George. G. Orwell ha ragione, senza la libertà di parola il mondo è muto, cioè intellettualmente muto, privo di di creatività e di dialettica. Nel mondo di oggi, pieno di mediocri che usano le parole solo per dire ipocrisie e frasi di stampo political correct, ci vogliono parole chiare, vere e trasparenti che siano frutto di pensieri profondi che sappiano creare idee innovative.