username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fede e non fede sono suppergiù la stessa cosa purché facciamo ciò ch'è consueto, utile e accettabile.

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ELISA DURANTE il 16/06/2011 11:37
    La consuetudine cambia con il tempo e con il luogo, e così pure l'utile e l'accettabile.
  • Peter alias probity il 04/12/2010 04:03
    Per me non è vaga per niente, si tratta dell'approccio della persona alla vita, con fede o scetticismo la scelta non cambia, si basa sempre l'esistenza sul principio del credere a qualcosa, se stessi o gli altri. Continuando nel discorso è possibile a parer mio affrontare le singoli vicende della vita senza l'ausilio di un pensiero superiore per portare rispetto al pensiero stesso, basta restare attenti e rispettosi il piu possibile ad ogni singola azione che si compie
  • Daniela Di Mattia il 03/12/2010 10:01
    Non riesco a commentare... concordo con che ha detto troppo vaga!
  • Peter alias probity il 02/11/2010 10:43
    La penso simile... mi sono sempre chiesto: ma perchè devo aiutare il prossimo pensando per forza di cose al signore? Non posso farlo perchè voglio? senza chiedermi nulla dell'aldilà
  • Pino Badalamenti il 06/09/2010 14:37
    Non sta parlando di Emilio Fede vero?
  • Len Hart il 12/06/2010 02:43
    great!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • il 22/03/2010 11:34
    No, fede e non fede si equivalgono solo nella relazione che hanno col conoscere. Non si hanno le stesse conseguenze nel vivere l'una o l'altra delle due distinte credenze.
  • Andrea Arvati il 05/03/2010 02:21
    frase troppo vaga, è un "estratto" con poco senso fuori dal contesto