username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Se fossi nato in un campo profughi del Libano, forse sarei diventato anch'io un terrorista.

 


13 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Terry Di Vetta il 11/11/2015 15:48
    per carità.. sta bene dove sta!!!!!!!
  • massimo vaj il 29/05/2014 16:35
    Andreotti è stato un terrorista che si è dato una maschera accettata da tutta la cristianità, corrotta, o stupida.
  • giuseppe il 10/10/2012 04:03
    Senza parole, almeno mi becco 2! crediti
  • Gabriele Zarotti il 02/10/2012 10:36
    Mancherò di immaginazione, ma non riesco proprio a vedermelo.
  • stelsamo il 13/09/2012 10:19
    Pur nella sua crudità, purtroppo trovo molto vera questa frase, perché l'ambiente condiziona molto quello che siamo e le nostre scelte e mai come oggi, in cui siamo tornati all'immobilismo sociale, capita spesso che chi nasce in un ambiente disagiato, non possa aspirare a migliorare la propria condizione anche a causa di "politicanti" della stessa risma di chi questa stessa frase ha scritto!
  • augusta il 10/09/2012 13:21
    non ha scoperto l'acqua calda...
  • franco buniotto il 10/09/2012 07:36
    Ovvietà. Se io fossi nato in Brasile sarei un brasiliano.
  • rescaldani franco il 10/09/2012 07:07
    Questa è una risposta che Andreotti diede ai giornalisti, scontata,
    visto che in quel periodo avevamo appena "ricevuto" Arafat in Italia, ma si sà hai posteri l'ardua sentenza, e io dico che per quella volta se stava zitto era meglio.
  • Fernando il 10/05/2012 14:22
    guarda un po' che pensiero profondo,,, boh,, spesso si è più di un terrorista e si finge di essere terrorizzato.
  • marco carlino il 10/02/2012 15:51
    quello che voleva dire è che il terrorismo non esiste... proprio come la mafia.
  • Grazia Denaro il 23/01/2012 00:48
    Chi lo sa come sarebbe andata.
  • il 08/01/2010 17:22
    Una giusta ogni tanto..
  • il 08/01/2010 15:14
    E se fosse nato in Sicilia, sarebbe diventato quel che è diventato. ( non è una battuta contro i Siciliani! )