PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nei periodi di grandi traversie ci si accorge con stupore che sono di più le persone capaci di morire per degli ideali che quelle disposte a vivere per essi

 


9 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 13/07/2011 06:00
    Alla fin fine morire è sempre troppo facile... forse perchè nessuno sa piu davvero COSA E VITA!
  • Donato Delfin8 il 13/06/2011 18:18
    dipende.
    ad esempio se fosse la libertà... come si potrebbe vivere sotto dittatura?
  • il 08/06/2011 21:39
    ci sono ancora persone... così?????
  • il 22/02/2011 18:01
  • Giuseppe Formica il 26/09/2010 19:26
    Morire per degli ideali rende eroi, e chi non vorrebbe morire da eroe? Se poi si considera che in certi momenti storici la vita è stata talmente dura da risultare insopportabile...
  • marilena il 31/07/2010 20:14
    fa pensare e stupisce, ma allora cosa è meglio, morire o vivere per i propri ideali.
  • il 16/04/2010 11:48
    Hesse dice cose senza costrutto logico, perché il morire o il vivere in relazione agli eventi che accadono nei momenti storici che sono drammatici deve essere messo in relazione a cause precise, le quali possono avere come conseguenze una decisione di morte oppure di vita, ma sarebbe impossibile che di fronte allo stesso evento si possa indifferentemente scegliere l'una o l'altra delle due citate, così lontane tra loro, diverse opportunità.
  • Andrea Arvati il 05/03/2010 13:24
    io penso esattamente il contrario...
  • maria caputo il 02/03/2010 09:08
    Più disposti a morire che a sacrificarsi...