username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

frasi di Lorenzo Jovanotti Cherubini

Ti piace Lorenzo Jovanotti Cherubini? Fallo sapere ai tuoi amici
 


Pagine: 1234

Vorrei che questa pagina tornasse bianca, per scriverci ti amo, punto





C'è un temporale in arrivo: senti l'elettricità... C'è un temporale in arrivo sulla mia città... Porta novità, porta novità



Io sono una valigia e giro di stazione in stazione in molti mi trasportano ma solo tu hai la combianazione



L'innocenza perduta, le ragioni di stato una sola potenza, un solo mercato un solo giornale, una sola radio e mille scheletri dentro l'armadio



Ho letto che un brevetto di una medicina vale più della vita di una bambina posso capire che così si salvaguarda il lavoro: vorrei vedre fosse figlia loro!



Canto l'altissimo immenso amore perché l'amore è una cosa eccezionale senza l'amore non c'è niente da fare auguro a tutti di poterlo provare



C'è il cartello strada senza uscita e non si può continuare l'asfalto diventa campagna la campagna diventa montagna la montagna è piena di insidie la città è piena di invidie



La mia è sempre di più la lingua dei viaggiatori e chi decide di ascoltarmi deve sapere che io sono uno che racconta mondi che ha visto e mondi che vuole vedere, e che non conosco a fondo la lingua del posto, la lingua degli stanziali, strimpello strumenti e parlo male diverse lingue e di volta in volta ho bisogno di musicisti e di interpreti per metter su le tende nel luogo e restare finché non mi riprende il senso di irrequietezza che mi porta a fare di nuovo i bagagli e partire



Fatto non fui a viver come bruto fatto non fui in luogo sconosciuto



Safari dentro la mia testa ci son più bestie che nella foresta



So che è successo già, che altri già si amarono, non è una novità, ma questo nostro amore è come musica, che non potrà finire mai



Viva l'Italia bagnata dal mare anche se è un mare di guai



A te che sei, semplicemente, sei sostanza dei giorni miei



Il fiore del 2000 nascerà da un'ape che sta già volando sopra questa città
la sento ronzare in cerca di un profumo che la faccia innamorare
in cerca di un fiore da baciare e di un vento da impollinare
Il fiore del 2000 non tarderà a darsi da fare
è tutto già presente il suo potenziale
è chiusa in una nuvola l'acqua che lo dovrà innaffiare
è ancora dentro un atomo la luce che lo dovrà colorare
e a me non resta che stare qua per vederlo sbocciare



Non tutto quel che brucia si consuma



Non rivendico nessuna appartenenza, tranne quella al mondo degli esseri viventi col diritto di affondare le radici, sogno un universo dove ogni differenza sia la base per poter essere amici



La mia pelle è carta bianca per il tuo racconto, scrivi tu la fine: io sono pronto



Ho una cicatrice sembra un tatuaggio sai che cosa dice? Avanti coraggio!



Tra i miei antenati più illustri c'è un tale Caino, fondò la prima città e fu il primo assassino. Una domanda insanguinava il suo cuore e cervello perché quella mattina Dio preferì mio fratello? Ma nei giorni più cupi, nei momenti più bui, lui sentiva che invece il più amato era lui e come segno di amore gli era stato concesso il dolore e la colpa per il male commesso



Mi offrono un incarico di responsabilità
mi hanno detto che una nave c'ha bisogno di un comandante
mi hanno detto che la paga è interessante
e che il carico è segreto ed importante
il pensiero della responsabilità si è fatto grosso
è come dover saltare al di là di un fosso
che mi divide dai tempi spensierati di un passato che è passato
saltare verso il tempo indefinito dell'essere adulto





Pagine: 1234

frasi Jovanotti è il nome d'arte di Lorenzo Cherubini (1966), un cantautore italiano.
Divenuto famoso negli anni '80 con il genere del rap, Lorenzo Jovanotti si apre poi alla "world music".
Il cambiamento musicale è seguito da un altrettanto significativa maturazione dei testi che assumono connotazioni politiche, filosofiche, pacifiste e religiose.