username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

frasi di Luciano Ligabue

Ti piace Luciano Ligabue? Fallo sapere ai tuoi amici
 

PoesieRacconti non dispone ancora di note descrittive su Luciano Ligabue. Sei un appassionato di Luciano Ligabue? Contribuisci tu stesso inviandoci una nota biografica


Pagine: 123

Da dove ti viene il meglio di chi sei?





Libera uscita, senza rincorsa. Libera scelta di dirlo noi.



Balla. Femmina come la terra. Femmina come la guerra. Femmina come la pace.
Femmina come la croce. Femmina come la voce. Femmina come sai. Femmina come puoi. Femmina come la sorte. Femmina come la morte. Femmina come la vita. Femmina come l'entrata. Femmina come l'uscita. Femmina come le carte. Femmina come sai. Femmina come puoi.



Se fosse quello andato a male? Se fosse quella con l'anima a pile? Se fosse li' mentre pensi chissa' dov'e'?
Ma c'e' qualcuno anche per te, c'e' qualcuno anche per te in questo vecchio girotondo. C'e' qualcuno anche per te e forse e' perso per il mondo.



Una vita da mediano, da uno che si brucia presto: perché quando hai dato troppo
devi andare e fare posto.



Ti staccherai. Perchè ti tiene su soltanto un filo sai.



E appoggiati a me che se ci dovesse andar male cadremo insieme e insieme sapremo cadere. E appoggiati a me con la pesantezza del cuore.



Che posto vuoto ce n'è stato, ce n'è, ce n'è sarà.



Abituato a morso e fuga mi sporco di fango catrame e di ruggine. L'istinto mi spinge a un sole che mi asciuga.



Se un bel giorno passi di qua, lasciati amare e poi scordati svelta di me, che quel giorno è già buono per amare qualche d'un altro.



Balliamo sul mondo, va bene qualsiasi musica. Cadremo ballando, perchè sul mondo sai si scivola.



Regalami il tuo sogno. Te lo conserverò. Te lo custodirò. Finchè ne avrai bisogno.



Protagonisti anonimi, si, ma interpretazione reale.





Ho perso le parole... vorrei che ti bastasse solo quello che ho...
Ho perso le parole, puo' darsi che abbia perso solo le mie bugie. Si son nascoste bene, forse pero', semplicemente non eran mie.



Sopravvissuti ai sensi di colpa. C'è chi poi non ascolta e cazzo c'è chi non può.
Persi o no, siamo ancora in piedi!



Se tutto va in fretta, sarò una saetta. E tu lo sarai insieme a me.
Peccato soltanto, che ci sarà il tempo in cui dovremo dire "adesso è meglio riposare".



Si fa presto a cantare che il tempo sistema le cose, si fa un po' meno presto a convincersi che sia così...





A chi decide di ammazzare il tempo e il tempo invece servirebbe vivo.
A chi sta in giro perché non ha scelta, perché comunque il sonno non arriva.
A quelli che ogni notte puoi giurarci son presenti.





Pagine: 123

Libri di Luciano Ligabue

La neve se ne frega
 
commenti0

Fuori e dentro il borgo
 
commenti0