username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'uomo che vive più a lungo e quello che vive meno, quando muoiono, perdono la stessa unica cosa

 


11
8 commenti     recensioni    

8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 24/12/2013 22:37
    Verissimo, è così. Cambia l'intensità di come si vive.
  • gabriella grossi il 09/09/2013 20:26
    giusto!
  • cristiano comelli il 26/04/2012 18:12
    Se la guardiamo dal versante del mondo che perde un uomo, bisogna distinguere. Esistono persone che, perendo da giovani, sono comunque riuscite a garantire a loro stesse e al mondo una vita appagante e intensa e persone che, da vecchie, si guardano allo specchio domandandosi ancora il senso del loro vivere. E quando muoiono, non è esattamente la stessa cosa. Nel primo caso si perde un doblone, nel secondo una persona da poco. La morte va letta ben oltre la semplice esalazione dell'ultimo respiro.
  • il 08/01/2012 19:52
    esatto
  • Salvatore Maucieri il 20/09/2011 10:05
    Molto concreto e vero. Quello che cambia è ciò che sono riusciti a lasciare durante la loro esistenza.
  • Rovena Bocci il 19/05/2011 14:39
    L'Uomo che vive, sà che deve perdere quello che ha, e giungere dove tutto giunge, e giungere a finire.
  • il 20/03/2010 20:13
    Fantastico
  • giancarlo milone il 28/01/2010 15:01
    come si dice, di sicuro c'è solo la morte... e di uguale per tutti