username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dio è quel Signore che si compiace ad innalzare ciò che è umile, e ad abbassare ciò che è stato in alto, in poche parole, a rompere ciò che è costruito e a costruire ciò che è frantumato

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 17/08/2011 07:39
    Ehm. tutto sommato un gran ottimista: per un Signore, conscio di essere "padrone", è facile essere generoso... a parole! Mi scusi esimio Martin Lutero che, oltre tutto, ho sempre ammirato.
  • il 15/08/2011 11:26
    Non mi sembra un pensiero di Lutero o forse era ubriaco fradicio quando ha scritto la seconda parte mah|
  • Donato Delfin8 il 22/06/2011 15:08
    eh bè a volte sono le poche parole che rompono l'incastro?
  • vincenzo aruta il 08/06/2011 18:39
    "... Quel Dio che atterra e suscita, che affanna e che consola..." Così il Manzoni. Che altro dire?
  • Roger Masetti il 25/02/2011 19:09
    e va avanti all'infinito a quanto pare...
    "sono robin hood e rubo ai ricchi per dare ai poveri!"
    "Babbo siamo ricchi!"
    "siete ricchi? io sono robin hood e rubo ai ricchi per dare ai poveri!"
  • Virginio Giovagnoli il 21/01/2011 12:57
    Per la prima parte della frase sono daccordo.
    La seconda parte non mi convince molto.
  • il 08/11/2010 06:55
    martin... l'utero!
  • il 28/04/2010 09:27
    dettto da lui...