username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sei la mia schiavitù sei la mia libertà
sei la mia carne che brucia
come la nuda carne delle notti d'estate
sei la mia patria
tu, coi riflessi verdi dei tuoi occhi
tu, alta e vittoriosa
sei la mia nostalgia
di saperti inaccessibile
nel momento stesso
in cui ti afferro.

 


7 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Spina il 14/09/2011 00:14
    è una delle poesie che più amo di Hikmet!
  • Donato Delfin8 il 09/08/2011 00:03
    Poesia.
    semplicemente potente
  • Ada Piras il 04/08/2011 18:52
    Per me è un grande.
  • Alessia Amato il 31/12/2010 09:04
    ... c' è qualcosa di unico nella semplicità...
  • Maria Teresa il 23/09/2010 15:54
    Len, piuttosto ristretto il tuo vocabolario eh!
  • Maria Teresa il 23/09/2010 15:53
    Complimenti a chi l'ha postata.
    Grandissimo poeta che sa parlare d'amore, ma anche di altro.
  • Len Hart il 23/06/2010 13:52
    great!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!