username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Negli Stati Uniti la libertà di protestare è così diffusa che, come un boomerang, essa si rivolge contro la libertà stessa. In altre parole, tutti hanno talmente diritto di offendersi in nome della libertà che la stessa libertà di critica ne risulta compromessa

 


6 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ELISA DURANTE il 13/07/2011 10:11
    Concordo pienamente con Virginio!
  • Virginio Giovagnoli il 19/01/2011 16:57
    Penso sia meglio cadere in questo assurdo che nella restrizione.
  • il 27/10/2010 18:29
    Se l'assunto è vero domando: la soluzione qual è?
  • andrea piumedoca il 04/08/2010 02:30
    Ha ragione Nicola, non c'è libertà senza comprensione e aggiungerei, rispetto per le idee altrui...
  • il 01/07/2010 03:23
    La libertà esiste perché qualcuno ad un certo punto l'ha sentita dentro di se, poi ha inventato la parola e ne ha aggiunto il significato affinché gli altri potessero comprenderla. Il problema sta nella comprensione...
  • il 14/06/2010 18:58
    Vero. Non dovremmo prendere esempio dagli Stati Uniti. Dire la verità ma anche usare cortesia.