username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A mio parere, in un'intervista, non sono le domande che contano ma le risposte. Se una persona ha talento, puoi chiederle la cosa più banale del mondo: ti risponderà sempre in modo brillante e profondo. Se una persona è mediocre, puoi porle la domanda più acuta del mondo: ti risponderà sempre in modo mediocre

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Dora Forino il 20/05/2013 18:39
    Una grande giornalista, una grande autrice che ho sempre ammirata.
  • ELISA DURANTE il 13/07/2011 10:54
    Concordo, ma anche le domande possono essere banali o acute!
  • Luana D'Onghia il 20/04/2011 21:32
    Io credo che non contino né le parole né le domande, ma i silenzi, le pause che una persona fa quando risponde. Conosco molti "ladri di ragioni" che, avendo una buona dialettica e un portamento da attori, fieramente sono pronti a dire la loro, sempre e comunque. I silenzi, invece, ci raccontano qualcosa di più: gli stati d'animo e la sincerità di quella persona.
  • soffice neve il 14/04/2011 17:36
    ma allora conta di più la domanda o la risposta? forse solo l'intelligenza di chi risponde
  • il 17/11/2010 12:48
    vero!!
  • Michele Prenna il 08/11/2010 23:30
    C'è in questa riflessione il gusto indubbio del paradosso perchè in ogni caso è molto difficile che domande insipide ottengano risposte particolarmente saporite.
  • Maria Teresa il 23/09/2010 15:26
    Sempre molto vere le tue affermazioni, Oriana.
    Quanto mi manchi!!!
    Se puoi vederci da lassù, chissà che pena che facciamo...
  • Pino Badalamenti il 14/08/2010 10:38
    Non fa una piega questa affermazione.