username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Bisogna sempre perdonare i propri nemici. Niente li infastidisce di più

 


16 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • denise il 16/07/2014 07:41
    è proprio vero.. peccato che io veda il perdono come una sorta di pulizia dell'anima e in questo caso la si sporca ancor di più.. ma ogni tanto ci sta
  • massimo vaj il 11/05/2014 14:57
    Se li si perdona non è certamente per vendicarsene. Spesso Wilde mostra cattiveria che lui chiama disincanto.
  • il 25/11/2012 12:45
    Il perdono lo dà solo Dio, noi ci comportiamo da Persone Umane, con i nostri pregi e difetti. Ci comportiamo di conseguenza.
  • A. A. il 19/01/2012 19:31
    Non è per fastidio. Ma perché il perdono sincero, fa pensare.
  • il 28/04/2011 03:15
    Perdonare l'offesa ricevuta, ignorando la causa e la persona, si condivido, che niente infastidisce di più...
  • Donato Delfin8 il 19/03/2011 17:11
    Terribile... proprio da oscar
  • il 15/03/2011 09:57
    grande OSCAR... il perdono ed aggiundo l'indifferenza credo siano sentimenti... ma cosa ci si guadagna...
  • il 22/02/2011 18:31
  • Francesca La Torre il 08/02/2011 21:01
    Certo, perche' cio' che da' maggiormente fastidio ai nemici e' poi l'indifferenza.
  • Maria Teresa il 13/01/2011 12:42
    Già, il problema però è che non sempre è facile!!!
  • Dino Borcas il 23/12/2010 21:26
    fra l'altro, passano il tempo a cercare di capire cosa si sta tramando...
  • Giacomo Scimonelli il 01/11/2010 06:35
    vera e santissima verità...
  • il 16/08/2010 21:39
  • Laura cuoricino il 29/07/2010 09:36
    I nemici sono figli dell'odio e della calunnia, quindi prodotto dell'odio!
    L'amore, il perdono li infastidisce, li mette a disagio... sanno SOLO far del male!
  • paolo veronesi il 06/05/2010 16:31
    Il perdono è la miglior vendetta ma non tutti i piatti freddi sono piacevoli al pari di quelli caldi
  • il 11/04/2010 10:40
    Terribile Oscar... si racconta che il suo carceriere fosse il secondino più sorridente del pianeta...